Svizzera, 07 novembre 2022

Ristoratore condannato per aver minacciato Alain Berset

Quando nel settembre 2021 il Consiglio federale aveva imposto l'uso di un certificato che escludeva i non vaccinati da determinati spazi, ciò aveva causato un forte malcontento tra molte persone, tra cui un ristoratore nidvaldese. Quest'ultimo aveva espresso in un video la sua rabbia nei confronti del Ministro della Sanità Berset, lanciando minacce non tanto velate. "Ora non parliamo di politica. Non venire in Svizzera centrale. Non si sa mai se qualcuno sul tram ha con sé un petardo", aveva detto nel suo video.

"O non sappiamo se qualcuno è seduto a due chilometri di distanza con un fucile di precisione". Ora è "molto, molto pericoloso", ha aggiunto, definendolo una "prostituta dell'industria farmaceutica". Se fossi in te, non uscirei più di casa". Queste parole hanno avuto delle conseguenze. Come riportato da "Schweiz am Wochenende", il Ministero pubblico della Confederazione lo ha condannato a una multa di 2'000 franchi svizzeri, pena sospesa per un periodo di due anni. Le accuse ritenute sono di minacce e diffamazione. L'uomo dovrà inoltre sostenere le spese processuali per un ammontare di 800 franchi.



Queste minacce non sono un caso isolato. Mentre l'Ufficio federale di polizia registrava 246 minacce contro membri del Consiglio federale, del Parlamento federale e dell'Amministrazione federale nel 2019, la cifra è esplosa a 1'215 nel 2021. "In 120 casi, il potenziale di escalation era così grande che Fedpol si è recata dagli autori delle minacce per sottolineare il loro comportamento potenzialmente punibile, inviando loro una lettera o presentando direttamente una denuncia penale", riferisce lo "Schweiz am Wochenende". Da quando sono state introdotte le prime restrizioni nel 2020, i consiglieri federali viaggiano molto più spesso con una protezione personale.

Guarda anche 

Ubriaco, alla guida di una porsche colpisce una lamborghini e si dà alla fuga

Un conducente 58enne di Svitto ha suscitato scalpore a Lucerna in una notte d'estate dello scorso luglio. Sebbene avesse bevuto, si è messo al volante della su...
21.02.2024
Svizzera

Spende 150'000 franchi del padre malato che le aveva affidato la carta bancaria

Una 40enne residente nel canton Ginevra è stata recentemente condannata per aver speso 150'000 franchi del padre, all'insaputa di quest'ultimo che le a...
08.02.2024
Svizzera

Ha dato fuoco a auto di lusso per odio verso la Svizzera, dopo il carcere sarà espulso

Ha dato fuoco a auto di lusso per odio verso la Svizzera e ora dovrà lasciare un paese. L'autore, un cittadino polacco, il 29 marzo dello scorso anno aveva las...
04.02.2024
Svizzera

Un autista di autobus lavorava senza patente, licenziato e condannato al carcere

Un autista del trasporto pubblico zurighese (vbz) ha continuato a lavorare anche se gli era stata ritirata la patente. L'uomo, che oggi ha 62 anni, che ha guidato per...
26.01.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto