Mondo, 12 ottobre 2022

"La speranza per la pace in Ucraina si chiama Donald Trump"

Il Primo Ministro ungherese Viktor Orban ha chiesto che Stati Uniti e Russia si incontrino per negoziare un cessate il fuoco in Ucraina e conta sul ritorno dell'ex Presidente degli Stati Uniti Donald Trump per raggiungere questo obbiettivo.

"Il cessate il fuoco non deve avvenire tra la Russia e l'Ucraina, ma tra l'America e la Russia", ha dichiarato martedì Orban durante un'intervista alla rivista "Cicero" e alla "Berliner Zeitung".

"Chiunque pensi che questa guerra si concluderà con i negoziati russo-ucraini non vive in questo mondo. La realtà del potere è diversa", ha detto Orban. Secondo lui, l'Ucraina ha potuto contrastare l'invassione russa solo perché sostenuta militarmente dagli Stati Uniti.

La guerra è aperta oggi solo perché gli americani hanno voluto così, ha detto. "Per questo gli americani devono trovare un accordo con i russi. E poi la guerra sarà finita".



Orban ha anche chiarito di non ritenere il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden il giusto negoziatore da parte americana. "Il presidente americano ha esagerato", ha detto. Biden ha affermato di aver detto cose sul Presidente russo Vladimir Putin dopo le quali sarebbe stato difficile per i due condurre negoziati di pace l'uno con l'altro.

"Quello che sto dicendo sembrerà brutale. Ma la speranza di pace si chiama Donald Trump", ha detto Orban. Dopo l'inizio della guerra, Biden aveva definito Putin "macellaio", "criminale di guerra" e "dittatore assassino" e ha perfino chiesta che sia rimosso dal potere.

Orban ha visitato Berlino per diversi giorni e durante il suo soggiorno ha incontrato anche il cancelliere tedesco Olaf Scholz e l'ex capo del governo Angela Merkel. Orban ha lodato il ruolo di Angela Merkel nel conflitto ucraino: la Cancelliera, a suo dire, aveva già evitato una guerra nel 2014 grazie alle sue azioni dopo l'annessione russa della Crimea e se lei fosse ancora al potere non ci sarebbe stata l'escalation osservata nel 2022.

Guarda anche 

Guadagna 1,76 milioni di dollari spiando la moglie (ma ora rischia il carcere)

Si tratta probabilmente di uno dei casi più singolari di insider trading: un uomo ha tenuto sotto ascolto la moglie, dirigente di una multinazionale, ed è c...
25.02.2024
Mondo

Un'azienda svizzera invia segretamente dei droni militari all'Ucraina

Un'azienda con sede in Svizzera invia da tempo dei droni all'Ucraina. La società si chiama Destinus e ha sede a Payerne (VD), sviluppa velivoli ultraveloci...
03.02.2024
Svizzera

La Russia respinge la proposta di una mediazione svizzera, "non siete neutrali"

A margine di un dibattito aperto al Consiglio di sicurezza dell'ONU, martedì a New York si è svolto un incontro tra il ministro degli Esteri svizzero Ig...
26.01.2024
Svizzera

"Sostenendo l'Ucraina, la Svizzera ha perso il suo ruolo da mediatore internazionale"

La Russia si è rifiutata “categoricamente” di partecipare al “vertice di pace sull'Ucraina” in Svizzera, riferisce il “SonntagsZe...
23.01.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto