Svizzera, 04 ottobre 2022

Situazione sempre più difficile per Credit Suisse, nuovo record negativo in borsa

Le azioni di Credit Suisse hanno toccato brevemente un minimo storico lunedì mattina, trascinate al ribasso dai timori degli investitori che la seconda banca svizzera possa fallire. La banca ha ribadito la data del 27 ottobre per l'annuncio della sua revisione, ma potrebbe essere costretta a uscire a intervenire prima del previsto.

Alle 10.36, le azioni del Credit Suisse erano in calo del 9,1% a 3,615 franchi svizzeri, in un indice SMI in calo dell'1,31%. Il titolo ha poi recuperato dopo aver toccato un nuovo minimo di 3,581 franchi, un minimo storico. Dall'inizio dell'anno, il titolo è crollato di oltre il 56% dal suo valore iniziale.

Venerdì sera, la banca aveva cercato di rassicurare i suoi dipendenti sulla situazione difficile che l'istituto sta attraversando. "Stiamo ristrutturando Credit Suisse per un futuro sostenibile e a lungo termine, con un significativo potenziale di creazione di valore", ha dichiarato il nuovo CEO Ulrich Körner in un documento interno per i suoi dipendenti, secondo quanto riportato dal sito AWP.



Il dirigente, che ha ribadito che i dettagli della trasformazione della banca a due veli saranno svelati il 27 ottobre, ha anche sottolineato che il gruppo si trova "in un momento critico". La banca è comunque "in linea" con il suo progetto di trasformazione e beneficia di un livello "solido" di capitale e liquidità.

La situazione sembra tuttavia essere tesa al Paradeplatz stando al Financial Times che riporta che la direzione dell'istituto ha trascorso il fine settimana cercando di rassicurare i suoi grandi clienti e investitori sulla sua stabilità finanziaria. La banca avrebbe smentito le recenti notizie di stampa su un possibile aumento di capitale, ha aggiunto il quotidiano britannico, citando un dirigente anonimo della banca.

Guarda anche 

In caso di penuria energetica, il Consiglio federale vuole limitare social network e la telefonia mobile

In caso di penuria energetica la telefonia mobile e l'accesso ai social network potrebbe essere limitato, secondo le intenzioni del Consiglio federale che mercoled&ig...
22.02.2024
Svizzera

Con la tessera del padre facevano finta di essere invalidi per parcheggiare gratis

Probabilmente pensavano di aver trovato il trucco perfetto per risparmiare sui costi di parcheggio e assicurarsi di poter trovare facilmente parcheggi liberi e ben posizi...
22.02.2024
Svizzera

Per il Consiglio nazionale Viola Amherd è troppo vicina alla NATO

La Commissione per la politica di sicurezza del Consiglio nazionale vuole porre fine all'avvicinamento della consigliera federale Viola Amherd alla NATO. La prevista ...
22.02.2024
Svizzera

Il Consiglio federale non vuole tassare l'immigrazione

Richiedere un contributo finanziario a tutti coloro che immigrano in Svizzera. È l'idea lanciata dal consigliere agli Stati Andrea Caroni (PLR/AR) ma che non v...
21.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto