Sport, 15 luglio 2022

Lugano, obiettivo “riconferma”

Domani ricomincia la Super League: i bianconeri sfideranno il Sion e anche la Coppa resta un chiaro obiettivo

LUGANO – Ci eravamo lasciati col trionfo in Coppa Svizzera, col quarto posto in campionato e con un’annata che, iniziata in maniera traumatica con le estenuanti trattative per la vendita della società, si era conclusa con tanti sorrisi e abbracci. Ora, praticamente a 24h del calcio d’inizio della Super League, ci ritroviamo con l’entusiasmo e con la voglia di divertirci e con l’attesa di capire quanto questo Lugano, firmato meritatamente Croci-Torti, saprà fornire.
 
 
Al tecnico momò mancheranno alcuni giocatori fondamentali della scorsa stagione (leggasi Lovric, Maric, Custodio e Lavanchy) ma il mercato ha portato sulle rive del Ceresio calciatori importanti, di indubbio valore che potranno sicuramente dare un grande contributo alla causa. Due nomi su tutti: Doumbia e Babic. Ma ovviamente qualcosa nella rosa a disposizione del Crus cambierà da qui fino alla chiusura del mercato. 

 
 
Con un budget diminuito rispetto alla passata stagione, ma con in ballo ancora le possibili entrate per la qualificazione (speriamo!) in Conference League, i bianconeri possono comunque sognare e guardare al futuro prossimo con fiducia. Certo, la Coppa Svizzera sarà l’obiettivo principale e un’eventuale nuova vittoria significherebbe tantissimo sia dal lato sportivo che economico, così come in campionato, a patto che dalle parti di Cornaredo riusciranno a far integrare al meglio i nuovi innesti in un gruppo che l’anno scorso era sia molto affiatato che ben concentrato sui suoi obiettivi.

Guarda anche 

Casemiro condanna la Svizzera: il Brasile vince 1-0

DOHA (Qatar) – Se contro il Camerun ci aveva pensato Embolo a togliere le castagne dal fuoco per una Svizzera non esattamente brillante, questa volta contro un Bras...
28.11.2022
Sport

Fra il serio e il faceto, i voti ai protagonisti della settimana mondiale

LUGANO - FIFA: penosa conferenza stampa di inaugurazione di capataz Gianni Infantino (detto Al Infanthin), ahinoi candidato unico alla riconferma, e penose anch...
28.11.2022
Sport

“Mio padre, l’uomo che zittì 200 mila tifosi brasiliani”

LUGANO - Negli ultimi decenni il calcio ha perso moltissimo in Uruguay: le squadre professioniste sono quasi tutte in default, e i settori giovanili devono affidarsi...
28.11.2022
Sport

L'Ecuador sconfigge il Qatar nella partita d'esordio dei mondiali

Nella partita di inaugurazione della Coppa del Mondo 2022 l'Ecuador ha sconfitto per 2 a 0 il Qatar, paese organizzatore dell'evento. I sudamericani hanno domi...
20.11.2022
Sport