Svizzera, 03 luglio 2022

Circa 2'000 ucraini hanno trovato un lavoro in Svizzera dall'inizio della guerra

Dall'inzio del conflitto in Ucraina a metà febbraio oltre 58'000 ucraini sono arrivati in Svizzera. Secondo gli ultimi dati disponibili della Segreteria di Stato per la Migrazione (SEM), circa 32'000 di queste sono persone di età compresa tra i 18 e i 64 anni in grado di lavorare. Di questi 32'000, poco più di 2'000 hanno nel frattempo trovato un lavoro, pari a un tasso di occupazione del 6,3%.

Secondo il portavoce della SEM Lukas Rieder, citato dalla NZZ, il fatto che questo tasso non sia più alto si spiega con il fatto che quasi l'80% dei rifugiati in grado di lavorare sono donne. "Molti di loro devono prendersi cura dei figli", dice Rieder. Inoltre, nella prima fase, la priorità è permettere loro di "orientarsi e di integrarsi".



Secondo le statistiche, un buon quinto dei rifugiati attivi lavora nel settore della ristorazione, il 16% nella pianificazione, nella consulenza e nell'informatica mentre 10% ha trovato lavoro nell'agricoltura e il 10% nell'istruzione.

I cantoni più popolosi hanno ricevuto il maggior numero di persone. Esistono tuttavia delle deviazioni dalla chiave di distribuzione SEM, che si basa sul numero di abitanti. Ad esempio, il cantone di Appenzello Esterno ha accolto un numero di persone con status di protezione S significativamente superiore a quanto previsto dalla chiave di ripartizione. Anche il Canton Ticino e Basilea Città presentano un onere superiore al previsto. Il contrario vale per invece per il Canton Vallese, Glarona e Obvaldo.

Guarda anche 

“Guardia alta sui permessi ucraini”

LUGANO - Non è tutto oro ciò che luccica. Sebbene sia la popolazione che le autorità ticinesi si sono dimostrate solidali e pronte (meglio di al...
28.07.2022
Ticino

Sono tornati gli asilanti italiani

A metà mese, come di consuetudine, la SEM pubblica le statistiche sulle domande d’asilo. I più recenti dati, relativi al mese di giugno, indicano u...
17.07.2022
Svizzera

Prima il covid, poi la guerra. Lei ucraina, lui canadese: marito e moglie non si vedono dal 2019

KIEV (Ucraina) – Una cosa da non credere. Una storia che ha dell’incredibile: marito e moglie separati da due anni e mezzo prima dal covid, poi dalla guerra. ...
14.07.2022
Magazine

"La Russia non ha ancora cominciato a fare sul serio"

La Russia non ha "ancora iniziato a fare sul serio" in Ucraina, dove sta conducendo un'importante offensiva militare dalla fine di febbraio, ha dichiarat...
08.07.2022
Mondo