Svizzera, 23 giugno 2022

I due bambini rapiti un anno fa dalla madre non faranno ritorno in Spagna

I due gemelli spagnoli di 8 anni portati di nascosto dalla madre in Svizzera un anno non faranno ritorno in Spagna, perlomeno nel breve termine. Con una sentenza che ha suscitato un certo scalpore in Spagna il tribunale regionale di Montagnes et du Val-de-Ruz di La Chaux-de-Fonds (NE) ha deciso di ignorare una decisione del tribunale spagnolo e di restituire la custodia dei figli alla madre. La madre aveva "rapito" i suoi due figli, due gemelli di otto anni, da Pozuelo, un sobborgo di Madrid, un anno fa a causa di una disputa con l'ex marito.



Quasi quindici giorni fa, su richiesta delle autorità spagnole, la polizia svizzera aveva prelevato (o liberato, a dipendenza dei punti di vista) i due bambini da un appartamento di Boudry, nel canton Neuchâtel, e li aveva affidati a una struttura per minori. Il padre dei bambini si era recato in Svizzera per riavere i suoi figli mentre sulla padre pende tuttora un mandato di arresto dalla Spagna. Ma il tribunale svizzero ha ammesso che c'era stata "confusione" sulle informazioni provenienti dalla Spagna e ha ordinato un procedimento parallelo nella disputa sull'affidamento dei genitori.

Un documento del tribunale svizzero, ottenuto dal quotidiano spagnolo El Mundo, afferma che inizialmente non c'erano motivi per separare la madre dai bambini. La situazione legale tra i genitori in Spagna era "poco chiara", si legge nei documenti del tribunale. Per il tribunale di La Chaux-de-Fonds, il fatto che la madre impedisca al padre di vedere i figli non è un motivo per dare a quest'ultimo la custodia dei bambini, che non parlano francese.


Il padre è ora alla ricerca urgente di un avvocato in Svizzera che si occupi del suo caso mentre la giustizia spagnola sta preparando una nuova azione nella vicenda: Il Tribunale della famiglia di Pozuelo ha avviato un procedimento per informare il tribunale svizzero che la custodia dei bambini spetta esclusivam

Guarda anche 

Svizzera, chi ben comincia…

COLONIA (Germania) – Dopo la vittoria roboante ottenuta dalla Germania nel match che ha aperto gli Europei, la Svizzera aveva bisogno di rispondere con una vittoria...
15.06.2024
Sport

“Sì, era rigore”. Ma come si fa ad accettarlo in epoca VAR?

LUGANO – Ormai qualche giorno è passato, quel gusto amaro della sconfitta, della beffa, dell’occasione mancata è iniziato a passare. In casa Lug...
04.06.2024
Sport

Il triste e immeritato “addio” del Sabba

LUGANO – Il giorno dopo si ragiona meglio, a mente fredda, con meno crampi alla pancia ma con qualche pensiero in più. Non per forza più lucido, ma si...
03.06.2024
Sport

Quando il “come” fa più male della sconfitta

LUGANO – Nello sport, e nel calcio in particolare, le frasi fatte, le frasi retoriche spesso e volentieri si sprecano. Si dice, quando si perde, che “si esce ...
03.06.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto