Mondo, 12 aprile 2022

Spara al cameriere perchè stufo di aspettare, arrestato mentre cerca di fuggire in Svizzera

Domenica un uomo ha sparato più volte a un giovane cameriere in un ristorante di Pescara, in Italia, perché era arrabbiato per la lunga attesa del secondo piatto. L'impiegato di 23 anni è stato gravemente ferito, mentre il colpevole è fuggito dopo il crimine.

La polizia italiana ha annunciato l'arresto del colpevole il giorno dopo. Si tratta di un uomo di 29 anni della regione che era emigrato in Svizzera alcuni anni fa. Gli inquirenti si sono subito messi sulle tracce dell'uomo e volevano arrestarlo nell'hotel di Pescara, ma il sospetto era già partito. Di conseguenza, tutti gli aeroporti e le stazioni ferroviarie nelle vicinanze sono stati messi sotto sorveglianza, come riportato dal "Corriere della Sera". 


Gli inquirenti hanno poi appreso che l'uomo aveva chiamato un taxi e stava facendo ritorno in Svizzera. L'auto è stata poi localizzata sull'autostrada Adriatica. Tuttavia, poiché la polizia considerava l'uomo armato ed estremamente pericoloso, non volevano attirare la sua attenzione e rischiare che prendesse in ostaggio il tassista. Quindi non sono state impiegate né auto di pattuglia né un elicottero della polizia per non rendere l'uomo sospetto del fatto che stava per essere arrestato.

Invece, i carabinieri hanno fatto ricorso a uno stratagemma insolito: hanno chiamato il tassista sul suo cellulare e lo hanno informato di chi aveva come passeggero nell'auto. Hanno chiesto all'uomo di rimanere calmo e di non dare nell'occhio. Hanno poi indirizzato l'autista verso un'area di servizio vicino a Marotta, dove avevano precedentemente messo in salvo il personale. Quando il tassista si è fermato, i carabinieri sono intervenuti e hanno sopraffatto lo sparatore. Quando l'hanno perquisito, hanno trovato una pistola calibro 22. Si sta indagando se sia l'arma del delitto.

Guarda anche 

La Svizzera verserà 20 milioni di franchi all'Italia per gestire i migranti

La collaborazione tra Svizzera e Italia non è delle migliori, in particolare se si pensa che Roma si rifiuta di rispettare gli accordi di Dublino per il trasferime...
19.05.2024
Svizzera

“Sogno ancora la NHL: prima però voglio i playoff”

BOLZANO (Italia) - La scorsa settimana si sono tenuti a Bolzano i Mondiali di hockey del gruppo B, durante i quali ha esordito con la maglia azzurra l’attaccan...
17.05.2024
Sport

“Tadej Pogacar è il favorito, ma occhio alle imboscate”

LUGANO - Mauro Gianetti, il CEO della UAE Emirates, la squadra di Tadej Pogacar, è fiducioso. “Sappiamo bene che lo sloveno è il gra...
07.05.2024
Sport

L'italiano non è più la terza lingua più parlata in Svizzera

Tre quarti della popolazione svizzera vive oggi in aree urbane, rispetto a un terzo 100 anni fa, indica la Statistica delle città svizzere. Tra le lingue più...
24.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto