Svizzera, 16 febbraio 2022

Si precisa la nuova iniziativa contro il canone obbligatorio, "tassa a 200 franchi"

La tassa del canone radiotelevisivo dovrebbe passare dagli attuali 335 franchi annui a 200 franchi. Si delineano i contorni della nuova iniziativa per ridurre la tassa riscossa dalla Serafe. Questa diminuzione ridurrebbe il budget della SSR di 500 milioni di franchi, passando da 1,2 miliardi annui a 700 milioni di franchi. 


Ma anche gli oppositori a questa iniziativa si stanno mobilitando. Come riportano i media svizzerotedeschi, in Svizzera interna si è formata una "Alleanza per la diversità dei media" per opporsi all'iniziativa che chiamano "No Billag 2", in riferimento alla votazione del marzo 2018. Quel giorno, la popolazione svizzera aveva rifiutato l'abolizione totale del canone con il 71,6% dei votanti dopo un'acceso dibattito sulla questione.


Guarda anche 

L'iniziativa per la salvaguardia della neutralità ufficialmente lanciata

L'iniziativa popolare che mira ad ancorare la neutralità svizzera nella costituzione è stata ufficialmente lanciata. L'associazione Pro Suisse ha...
09.11.2022
Svizzera

Iniziative da sostenere

Domenica prossima i ticinesi avranno la possibilità di esprimersi sul primo (e con ogni probabilità unico) sgravio fiscale della legislatura: quello sull&rs...
23.10.2022
Ticino

Pannelli solari presto obbligatori su ogni edificio?

Secondo uno studio dell'Ufficio federale dell'energia, se si installassero pannelli solari sui tetti e sulle facciate di tutti gli edifici della Svizzera, si p...
20.09.2022
Svizzera

Il canone radiotelevisivo mantenuto a 335 franchi per i prossimi due anni

Il canone radiotelevisivo rimarrà invariato per i prossimi due anni. L'importo rimarrà di 335 franchi per ogni economia domestica nel 2023 e 2024, ha...
08.09.2022
Svizzera