Svizzera, 16 febbraio 2022

Si precisa la nuova iniziativa contro il canone obbligatorio, "tassa a 200 franchi"

La tassa del canone radiotelevisivo dovrebbe passare dagli attuali 335 franchi annui a 200 franchi. Si delineano i contorni della nuova iniziativa per ridurre la tassa riscossa dalla Serafe. Questa diminuzione ridurrebbe il budget della SSR di 500 milioni di franchi, passando da 1,2 miliardi annui a 700 milioni di franchi. 


Ma anche gli oppositori a questa iniziativa si stanno mobilitando. Come riportano i media svizzerotedeschi, in Svizzera interna si è formata una "Alleanza per la diversità dei media" per opporsi all'iniziativa che chiamano "No Billag 2", in riferimento alla votazione del marzo 2018. Quel giorno, la popolazione svizzera aveva rifiutato l'abolizione totale del canone con il 71,6% dei votanti dopo un'acceso dibattito sulla questione.


Guarda anche 

"10 milioni di abitanti sono troppi", l'UDC pensa a un'iniziativa per frenare la crescita demografica

L'Ufficio federale di statistica (UST) stima che, se la crescita rimarrà costante, la Svizzera avrà più di dieci milioni di abitanti nel 2040. A ...
03.06.2022
Svizzera

Lanciata la raccolta firme per ridurre il canone radiotelevisivo a 200 franchi

Il comitato dell'iniziativa "200 franchi bastano!", che mira a ridurre il costo del canone radiotelevisivo in Svizzera a un massimo di 200 franchi all'a...
31.05.2022
Svizzera

Lanciata un'iniziativa per un "servizio cittadino" obbligatorio per tutti

Tutti i cittadini svizzeri, siano essi uomini o donne, dovrebbero svolgere un qualche tipo di servizio obbligatorio a favore della comunità. È questo l&#...
26.04.2022
Svizzera

Nel 2020 la SSR annunciava 50 milioni di risparmi, ma da allora ne ha spesi 50 in più

Nel settembre 2020, la SSR aveva annunciato una serie di massicci risparmi per 50 milioni di franchi, dopo che i ricavi commerciali erano diminuiti di quasi 100 milioni d...
22.04.2022
Svizzera