Mondo, 10 gennaio 2022

Il piccolo Sohail ora è col nonno biologico

La sua storia aveva commosso il mondo. Presto sarà a casa, tra le braccia dei genitori.

Lui è Sohail, il bambino che era stato consegnato a un soldato all'aereoporto di Kabul durante i drammatici giorni della presa della capitale da parte dei talebani. Il gesto disperato della sua mamma era diventato un simbolo.

I genitori vivono in Michigan, dove sono stati accolti perchè il padre aveva lavorato per l'ambasciata americana. Appena hanno potuto hanno cercato
il piccolo, di cui si erano perse le tracce.

Si è poi scoperto che un tassista lo aveva trovato a terra e aveva deciso di allevarlo come se fosse suo e lo aveva ribattezzato Mohammed.

Quando la famiglia biologica lo ha rivoluto, ha dapprima opposto resistenza e infine accettato a patto che la sua famiglia venisse evacuata in America. Dopo settimane di trattative è stato raggiunto un accordo.

Il piccolo Sohail è ora col nonno biologico. 

Guarda anche 

Viola l'isolamento per prestare soccorso a un motociclista ferito, viene multata

Il 23 aprile 2020, in pieno primo lockdown, una 56enne abitante di Ospedaletto Euganeo, comune italiano nei pressi di Padova, si trovava a casa in isolamento a causa d...
21.01.2022
Mondo

Pedofilia nell'arcidiocesi di Monaco, 500 le vittime. Sotto accusa anche Ratzinger

Sono almeno 497 le persone che hanno subito danni nell’ambito degli abusi pedofili nell’arcidiocesi di Monaco. Lo ha spiegato Martin Pusch leggendo il rapp...
21.01.2022
Mondo

Italia, il super green pass al lavoro per i 50enni è realtà

Via libera definitiva al super green pass in Italia ed anche all'obbligo vaccinale per gli over 50. La Camera ha accolto le proposte contenute nel decreto di un paio ...
20.01.2022
Mondo

Il Regno Unito annuncia la fine delle misure anti-covid

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha annunciato mercoledì che la maggior parte delle restrizioni anti-Covid attualmente in vigore in Inghilterra avranno f...
20.01.2022
Mondo