Svizzera, 08 dicembre 2021

Un'azienda di Zugo accusata di spionaggio internazionale

Un'azienda con sede a Zugo attiva nel settore dell'informatica e che lavora con giganti della tecnologia tra cui Google e Twitter, è accusata di vendere servizi di spionaggio. Un'indagine di "Bloomberg News" in collaborazione con il "Bureau of Investigative Journalism", che è stata riportata martedì dal "Blick", indica che il cofondatore avrebbe venduto ai clienti la possibilità di spiare gli smartphone di terzi.

I servizi dell'azienda sono utilizzati da molte persone in tutto il mondo in particolare nell'ambito della sicurezza. Dal 2013, l'azienda di Zugo si è specializzata nell'invio di messaggi automatici, utilizzati ad esempio nelle vendite, per i codici di sicurezza o i promemoria degli appuntamenti.

La vicenda sembra essere abbastanza seria da aver fatto reagire le autorità federali. L'incaricato federale della protezione dei dati e dell'informazione ha annunciato martedì sera di aver aperto un'indagine preliminare. In un primo passo, verrà chiesto all'azienda di prendere posizione e contatterà
anche gli operatori di telefonia mobile in Svizzera, ha scritto in un comunicato stampa.

Secondo l'indagine, che si basa su testimonianze di ex dipendenti, il direttore dell'azienda ha la ditta da lui fondata per offrire servizi di sorveglianza del telefono cellulare a terzi. Il co-fondatore della società avrebbe venduto l'accesso all'infrastruttura e ai dati della ditta a società di sorveglianza private, dice l'articolo. Società che hanno anche agenzie di sicurezza del governo come clienti, aggiunge l'indagine.

L'azienda è anche accusata di usare l'accesso alle reti di telefonia mobile in tutto il mondo per i propri scopi. Questo gli permetterebbe di ottenere i dati di localizzazione del telefono cellulare e altre informazioni private. Interrogata dagli autori dell'inchiesta, l'azienda accusata contesta le accuse.

Secondo l'azienda, è stata aperta un'indagine interna. L'esistenza di questo servizio di sorveglianza era conosciuta solo da un piccolo numero di dipendenti, secondo diversi ex dipendenti citati nell'articolo.

Guarda anche 

L’HCL non si sblocca: è un 2022 da 0 in classifica

LUGANO – Non c’è proprio nulla da fare: la pausa natalizia, condita dal covid che ha condizionato e non poco la ripresa delle attività, ha inter...
17.01.2022
Sport

Hofmann snobba Columbus e torna a Zugo

ZUGO – È ormai cosa fatta: Gregory Hofmann torna a giocare in Svizzera dicendo addio al sogno NHL. L’ex bianconero, infatti, ha deciso di lasciare per ...
11.01.2022
Sport

Richiedente l'asilo torturato perchè sospettato di essere una spia turca

Un richiedente l'asilo turco residente nel canton Berna è stato torturato da quattro curdi nel mese di maggio 2019 perchè sospettato di essere una spia ...
11.01.2022
Svizzera

Marco Müller castigamatti. Lugano a picco, ma c'è uno straniero...

LUGANO - Marco Müller si è ricordato dei suoi trascorsi leventinesi e con grande abilità e freddezza ha rifilato tre reti agli...
24.10.2021
Sport