Opinioni, 08 novembre 2021

Modello tedesco - cosa cerchi tu nel calcio svizzero?

Contrariamente alla credenza popolare, i tedeschi non sanno tutto ma, sanno tutto meglio di tutti! La Mannschaft incarna un modello di successo. È un modello di continuità e stabilità, ma ha anche una speciale capacità di superare alcuni possibili traumi. Agli ultimi grandi eventi, i tedeschi non hanno vinto niente, anzi si sono comportati abbastanza male. Nonostante queste potenziali tragedie, la Germania ha già raggiunto il primo posto nel suo girone di qualificazioni ai Mondiali del 2022. Preparato e annunciato in anticipo, il cambiamento è avvenuto. L'auto tedesca ha cambiato il pilota, sostituendo lo stanco Herr Jogi Löw con il più recente modello, il “ragazzino”, Hans Flick. Ora, il motore gira di nuovo forte. Con equilibrio, saggezza e senza fretta, si fa anche lo scambio di generazioni.

A differenza degli altri, i tedeschi non hanno fretta. Devono solo vincere una Coppa del Mondo circa, una volta ogni vent'anni! Altrimenti, loro raggiungono d’altronde, tutti i tornei finali. Mi domandavo se, il cosiddetto "modello tedesco" sarebbe fonte di ispirazione per il calcio svizzero? Come potrebbe non esserlo. Copiarlo, sarebbe stupido. È abbastanza chiaro che non siamo tedeschi, siamo svizzeri. Possiamo copiare ad esempio, l'idea di non organizzare un matrimonio dopo la vittoria e un funerale dopo la sconfitta, l'idea di non cambiare le ruote dell'auto durante la guida e l'idea di fissare obiettivi in ​​qualche modo realistici, in un tempo ragionevole. Se sapessimo fare bene il “Realpolitik” come i tedeschi, dovremmo battere gli italiani il prossimo dodici di novembre e niente altro! Con questa vittoria potremo fare vedere a tutti a che livelli è arrivato il calcio svizzero del ventunesimo secolo! Forza Svizzera!

Constantin Cojocariu

Chiasso




Guarda anche 

Festa Lugano, Ticino in trionfo: il Crus nella storia

BERNA – “Ci credevo dallo scorso 2 settembre. Questo era l’obiettivo”. Parole e musica di Mattia Croci-Torti che ha così commentato ieri la...
16.05.2022
Sport

Lugano, è tutto vero! La Coppa Svizzera è tua!

BERNA – Era il sogno, neanche tanto nascosto, degli ultimi due mesi. Era l’obiettivo che il Lugano, i suoi tifosi e tutto il Canton Ticino avevano messo nel m...
15.05.2022
Sport

ACB raggiunto nei recuperi: la promozione è andata?

BELLINZONA - Adesso si fa davvero dura: il Bellinzona deve accontentarsi del pareggio sul campo della capolista Breitenrain (1-1) e vede così allontanarsi la ...
16.05.2022
Sport

“I nostri anni meravigliosi Malfanti il trascinatore”

LUGANO - Adriano Coduri ha quasi 85 anni e sente gli acciacchi della vita anche se non se ne cura troppo. Risiede sempre a Rancate, il paese in cui è cre...
15.05.2022
Sport