Svizzera, 02 novembre 2021

La CEDU condanna la Svizzera per aver internato un omicida con problemi psichiatrici, dovrà risarcirgli 40'000 franchi

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha condannato la Svizzera per l'internamento di un omicida con problemi psichiatrici che aveva espiato la sua pena detentiva.

L'uomo, oggi 61enne, era stato condannato all'inizio degli anni '90 dal Tribunale del canton Zurigo per omicidio volontario e altri reati.

Nel 2010, quando mancavano pochi anni alla sua liberazione, il ministero pubblico zurighese aveva chiesto l'internamento secondo le nuove regole del codice penale. Ha ritenuto che il condannato fosse ancora a rischio di commettere gravi reati violenti.

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha accettato il ricorso del prigioniero. In questo caso, la Svizzera aveva violato tre articoli della Convenzione.

La CEDU ha ritenuto che la procedura
di internamento non ha tenuto sufficientemente conto della condanna iniziale del ricorrente e chi i reati all'epoca non erano stati riesaminati. Solo le condizioni di internamento furono controllate, il che alla fine equivaleva a una doppia sanzione. La privazione della libertà di un malato di mente è lecita solo se avviene in un istituto adeguato e non in una prigione ordinaria.

Inoltre, ordinando l'internamento dopo la condanna, la Svizzera aveva anche violato il principio di legalità: al momento della condanna dell'uomo, la legge non permetteva una decisione successiva sull'internamento.

La Svizzera è stata quindi condannata a pagare al ricorrente 40'000 euro per danni non patrimoniali e 6'000 euro per costi e spese processuali.

Guarda anche 

Una sberla a un ragazzo indisciplinato costa 200 franchi a una agente di sicurezza

Un'agente di sicurezza è stata condannata per aggressione nel tentativo di impedire a un giovane di attraversare i binari. I fatti si sono verificati lo scorso...
05.12.2022
Svizzera

Condannata perchè non smetteva di inviare foto di lei nuda

Una cittadina greca residente nel canton Friborgo è stata condannata perchè continuava a inviare foto intime a un uomo di cui era ossessionato. La donna,...
03.12.2022
Svizzera

Zurigo, congedi pagati per i dipendenti comunali che soffrono di dolori mestruali (e non solo le donne)

La votazione di mercoledì scorso è stata combattuta, ma alla fine la proposta dei Verdi di Zurigo è stata accettata: la città di Zurigo con...
02.12.2022
Svizzera

La SSR condannata per aver censurato dei commenti anti-Covid

Il Tribunale federale (TF) ha dato ragione a un'internauta svittese che ha deciso di lottare fino in fondo dopo che un suo commento sull'account Instagram dell...
30.11.2022
Svizzera