Ticino, 18 ottobre 2021

Regazzi: "UNIA, ti do un consiglio..."

Il consigliere Nazionale commenta a LiberaTV la situazione patrimoniale del sindacato

Che UNIA disponesse di un patrimonio importante lo si poteva intuire, ma di certo nessuno immaginava che sfiorasse il miliardo di franchi. Basti pensare che le tre principali associazioni economiche della Svizzera messe assieme non arrivano nemmeno lontanamente ad avvicinarsi a queste cifre.

La prima constatazione, ed è per certi versi un paradosso, è che UNIA è riuscita a creare e ad incrementare questo ingentissimo patrimonio approfittando a piene mani del sistema capitalistico e di economia di mercato che i loro esponenti da sempre avversano. Comunque ora sappiamo che UNIA è entrata a far parte del ristretto club dei miliardari del nostro Paese!

Sia ben chiaro che essere ricchi non è un demerito e men che meno una vergogna, ma da un sindacato di ultra-sinistra come UNIA sarebbe stato lecito attendersi maggiore trasparenza, per intenderci quella che loro pretendono dagli altri a ogni piè sospinto. E invece hanno sottaciuto l’esistenza di questo immenso tesoretto fino a quando sono stati costretti a rendere pubblici i dati del loro patrimonio in una conferenza stampa, dalla quale è emerso un comprensibile imbarazzo.

Un’ultima considerazione: nelle trattative fra partner sociali, UNIA non manca mai di rinnovare richieste di concessioni a favore dei lavoratori, motivandole con il presunto buon andamento economico delle aziende. Seguendo questo ragionamento, mi permetto allora di dare un suggerimento: alla luce della floridissima situazione patrimoniale che può vantare, UNIA potrebbe ad esempio rinunciare (o almeno ridurre) per alcuni anni le quote sindacali che vengono versate dai loro associati (parliamo di alcune centinaia di franchi all’anno), ciò che equivarrebbe a un aumento reale dei salari dei lavoratori.
Sarebbe un bel gesto di quella ridistribuzione della ricchezza da sempre invocata dalla sinistra, l’ultima volta con la recente iniziativa popolare 99%.

Fabio Regazzi, Consigliere Nazionale PPD
 
 
 
Link all’articolo: https://www.liberatv.ch/news/politica-e-potere/1542138/regazzi-unia-ti-do-un-consiglio
 

Guarda anche 

Lugano, in centro solo con la mascherina

Considerata la rinnovata preoccupazione per il sensibile aumento dei contagi da Covid 19 in Svizzera e nel Cantone, la Città di Lugano introduce quale misura preca...
03.12.2021
Ticino

Dose di richiamo, aperte le iscrizioni agli "over 16"

 In linea con le nuove raccomandazioni federali, da subito tutte le persone con 16 o più anni che hanno ricevuto la seconda dose da almeno sei mesi possono...
03.12.2021
Ticino

Norman Gobbi di nuovo in visita ai Comuni

Dopo la pausa dettata dall’emergenza sanitaria, il Direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi ha ripreso le visite nei Comuni. All’ordine de...
03.12.2021
Ticino

A Lugano la mascherina in centro sarà obbligatoria

In centro, all'aperto, con la mascherina: lo ha deciso il Municipio di Lugano nel corso della sua seduta. "Abbiamo già applicato la misura in passato, non...
02.12.2021
Ticino