Ticino, 21 settembre 2021

"Sì al consuntivo, ma senza aumentare le tasse o le imposte"

Sì al consuntivo 2020, ma senza un aumento delle imposte e delle tasse. Il gruppo parlamentare della Lega dei Ticinesi, in un comunicato stampa trasmesso ai media, si dice sì favorevole ad approvare il consutivo attualmente in discussione al parlamento, ma senza che venga aumentata la pressione fiscale e siano introdotte nuove tasse ai cittadini.

I leghisti in parlamento auspicano che il governo, l'apparato burocratico e il parlamento possano raggiungere tre obiettivi. Il primo è modificare la perequazione intercantonale "che vede il Ticino subire ogni anno una palese ingiustizia" in quanto gli altri cantoni alpini ricevono ogni anno centinaia di milioni di franchi, mentre il canton Ticino, pur vivendo una situazione economica più difficile, ne riceve solo alcune decine.

Un altro obiettivo auspicato dai deputati leghisti è quello di "eliminare le sacche di inefficienza della macchina burocratica dello Stato" per fare in modo che l'amministrazione cantonale, e di conseguenza i suoi uffici, siano di aiuto alle imprese e ai cittadini e non un ostacolo.

Il terzo obiettivo riguarda invece la fiscalità, che dev'essere attrattiva a favore di cittadini, famiglie ed imprese. Il gruppo parlamentare della Lega si oppone invece a qualsiasi aggravio sia alle persone fisiche che ai comuni. "I Comuni e cittadini non devono pagare gli errori del Cantone" si legge nel testo.

"In conclusione – scrivono i deputati leghisti - il risanamento e il rilancio del paese non passano da nuove regole e nuove tasse, ma da maggiore libertà per i cittadini e le imprese".
/>
Di seguito il comunicato stampa integrale del gruppo parlamentare della Lega dei Ticinesi:

LEGA: SI al consuntivo 2020, ma no ad aumenti di imposte e tasse!

Nel contesto dell'approvazione del consuntivo cantonale 2020, il gruppo LEGA auspica che
il governo, l'apparato burocratico e il parlamento possano lavorare per raggiungere almeno
tre obiettivi:

1. Modificare la perequazione intercantonale che vede il Ticino subire ogni anno una
palese ingiustizia. Altri cantoni alpini ricevono centinaia di milioni di franchi, mentre il Ticino
con una situazione economica molto più difficile, ne riceve solo poche decine.

2. Eliminare le sacche di inefficienza nella macchina burocratica nello Stato e fare in
modo che gli uffici pubblici siano di aiuto alle imprese e ai cittadini e non siano invece un
ostacolo immotivato per ogni tipo di attività.

3. Il Cantone abbia una fiscalità attrattiva a favore di cittadini, famiglie ed imprese. Ci
opporremo inoltre a qualsiasi politica di risanamento che chiami alla cassa le persone fisiche
(per esempio tramite le stime immobiliari) o i comuni (tramite il riversamento di ulteriori
oneri). Comuni e cittadini non devono pagare gli errori del Cantone.

In conclusione il risanamento e il rilancio del paese non passano da nuove regole e nuove
tasse, ma da maggiore libertà per i cittadini e le imprese.

LEGA dei Ticinesi – gruppo parlamentare



Guarda anche 

"Sconti sulla benzina, partitocrazia di nuovo schierata contro i cittadini e l’economia"

La Lega dei Ticinesi, tramite un comunicato stampa, ha preso atto "con sconcerto ma senza sorpresa" della bocciatura degli sconti alla benzina decisa ieri dal C...
17.06.2022
Svizzera

"Un'ennesima giornata nera per la Svizzera"

In un comunicato trasmesso ai media poco fa la Lega dei Ticinesi deplora l'ingresso della Svizzera nel Consiglio di sicurezza dell'ONU che ritiene "incompati...
09.06.2022
Svizzera

"I partner siano esentati dall’imposta di successione e donazione"

*Comunicato Lega dei Ticinesi Nel corso dell’ultima seduta di Gran Consiglio la LEGA ha presentato un’iniziativa parlamentare elaborata volta a modifi...
24.02.2022
Ticino

Mendrisio da un segnale forte: "basta attendere, vanno valorizzate le aree di svago prossime agli abitanti!"

Lunedì sera il Consiglio comunale di Mendrisio ha votato la risoluzione denominata ” COMPARTO VALERA, un chiaro e inequivocabile sostegno”. Un segna...
14.12.2021
Ticino