Sport, 21 settembre 2021

Incidenti e provocazioni: è il Mondiale degli scorretti

Automobilismo: i 5 casi più clamorosi dell’era moderna. Formula 1, che brividi!

L`incidente di Monza fra Lewis Hamilton (che ha rischiato grosso!) e Max Verstappen, i due piloti che lottano per il titolo mondiale, non è certo una rarità in formula 1. Da quando mondo è mondo, soprattutto nell`era moderna, ci sono stati tanti episodi clamorosi di scontri e scorrettezze anche plateali fra pretendenti all’iride. Vi proponiamo i 5 casi più eclatanti degli ultimi decenni.


GP Australia 1994, Schumacher vs Hill.
È uno degli anni peggiori per la Formula 1. Nel weekend del primo maggio a Imola durante le prove e la gara muoiono Roland Ratzenberger e Ayrton Senna. La corsa al titolo mondiale, scomparso il pilota brasiliano, si riduce all`astro nascente Michael Schumacher e Damon Hill, figlio d`arte. Il primo corre con la Benetton, il secondo con la Williams (era il secondo pilota prima del tragico GP di San Marino). Il tedesco arriva all’ultima gara in calendario, il Gran Premio d’Australia, con un solo punto di vantaggio sul britannico. Al 36esimo giro avviene il fattaccio: mentre Hill è nella traiettoria interna di sorpasso Schumacher sterza a destra come se Damon non ci fosse e provoca l’incidente e il ritiro di entrambi. Titolo a Michael.


GP Europa 1997, Schumacher vs Villeneuve
Schumi è passato alla Ferrari e si presenta all`ultimo GP stagionale (a Jerez de la Frontera) con un punto sul canadese Jacques Villeneuve, figlio del leggendario Gilles e capofila della Williams. Il tedesco, che vuol riportare il titolo a Maranello (manca dal 1979), rovina tutto con una manovra plateale quando prova a buttar fuori l`avversario dopo metà gara. Schumi è costretto al ritiro mentre il nordamericano riusce a chiudere la prova in terza posizione. La FIA squalifica il ferrarista dal campionato – togliendoli tutti i punti – e il titolo va a Villeneuve.


GP Giappone 1989, Senna vs Prost
Il giornalista Pino Allievi ha paragonato questa sfida come la più aspra e cattiva di sempre. Due sono
gli episodi clamorosi, entrambi avvenuti in Giappone a distanza di un anno. In palio, naturalmente, il titolo mondiale. Nel 1989 il francese si presenta con 16 punti di vantaggio sul rivale ma a pochigiri dalla fine subisce il tentativo di sorpasso del brasiliano all`ultimachicane prima dei box e lo chiude. I due si scontrano e finiscono fuori pista. Senna prova a ripartire, vince il Gran Premio ma viene poi squalificato perché aiutato dai commissari a riprendere la gara. Prost diventa campione del mondo per la terza volta. Senna, furente, accusa la FIA e il suo presidente francese Balestre di complotto.


GP Giappone 1990, Senna vs Prost
Esattamente un anno dopo il fattaccio di Suzuka, va in scena la rivincita. Alain Prost ha lasciato la McLaren per la Ferrari e arriva alla gara finale con l`obbligo di vincere per alimentare le speranze di titolo. Ma alla partenza si consuma la vendetta del brasiliano: Prost parte meglio ma Senna lo tocca alla prima curva (apposta, dirà anni dopo) e il Mondiale torna in Brasile. Inutili le proteste della Ferrari. Anche stavolta la FIA decide di non intervenire per il quieto vivere. Qualcuno scrisse: una vendetta, quella di Ayrton, a lungo studiata, pensata ed, infine, attuata.


GP Spagna 2016, Hamilton vs Rosberg
Nico Rosberg sta dando filo da torcere al suo compagno di squadra Lewis Hamilton, campione del mondo nel 2014 e nel 2015 con la Mercedes. Il pilota tedesco non è affatto intenzionato a cedere e vince i primi quattro gran premi. Poi il britannico prova la rimonta e a Barcellona nel Gran Premio di Spagna parte in pole position ma viene subito superato da Rosberg. Alla terza curva Lewis pare in grado di attuare il controsorpasso, ma Rosberg cambia traiettoria e la macchina di Hamilton perde così aderenza, va in testacoda e tocca quella del suo rivale. Fuori tutte e due. Vince a sorpresa l’appena diciottenne Max Verstappen (Red Bull). A fine stagione Rosberg diventa campione del mondo e si ritira.

Guarda anche 

Fine di un’epoca: Vettel si ritira a fine stagione

BUDAPEST (Ungheria) – Nel weekend la F1 non si ferma, il calendario del mondo della Formula 1 non conosce soste, e il duello per il titolo iridato si sposta in Ungh...
28.07.2022
Sport

Maria, un sogno infranto da un incidente assurdo

LUGANO - Maria nasce a Madrid all’alba del 1980. È figlia di Emilio de Villota, che ha corso due volte in Formula 1 al volante della Mc Laren (1977 e 19...
15.07.2022
Sport

“La formula 1 in Svizzera? Al momento sono scettico”

LUGANO - L’abrogazione di una legge ormai ultra datata (dal 1955) e la possibilità che in Svizzera si possa tornare a correre in circuito potrebbe aprir...
23.06.2022
Sport

Quattro anni di carcere per aver causato due incidenti nel giro di tre settimane

Il tribunale penale di Basilea ha condannato un uomo di 46 anni a quattro anni di carcere per aver provocato due incidenti con due auto rubate. Come riporta il "Basl...
27.05.2022
Svizzera