Ticino, 18 settembre 2021

Un controllo (filato liscio) prima della fuga

Una pattuglia di polizia avrebbe fermato – prima della fuga in Israele – Shmuel Peleg insieme al piccolo Eitan. Il nuovo dettaglio – riferisce il Corriere della Sera – alimenta ulteriori dubbi e domande in merito alla questione. Nei pressi dello scalo di Agno, la vettura su cui viaggiavano nonno e nipote rapito sarebbe stata fermata da una pattuglia. Ma l’auto guidata da un misterioso autista israeliano avrebbe superato indenne il controllo, nonostante un procedimento aperto nei confronti di Peleg per sequestro di persona. Eppure – scrive il quotidiano –, i controlli dei documenti sarebbero avvenuti regolarmente. La Golf utilizzata per scappare dall’Italia ha superato tranquillamente il confine il giorno della fuga. E anche all’aeroporto di Lugano-Agno tutto fila liscio, nonostante Eitan sia sotto la tutela della zia. Intervistato da una tv israeliana, Peleg ha affermato che il “piccolo sta bene. Casa sua è qui. Un giorno dirà che ho fatto tutto il possibile per salvarlo”.

Guarda anche 

Cede un pavimento a Curio, grave un uomo

la Polizia cantonale comunica che questa sera verso le 18.00 a Curio presso un'abitazione privata è avvenuto un infortunio. Un 49enne cittadino venezuelano ...
22.10.2021
Ticino

Rapina a Stabio, commessa e proprietario fuggono da due persone armate

La Polizia cantonale comunica che oggi pomeriggio poco dopo le 16.20 a San Pietro di Stabio presso un distributore di benzina in via Dogana vi è stata una rapina. ...
22.10.2021
Ticino

Gobbi parteciperà alla commemorazione dell'incidente del Gottardo

Il Consigliere di Stato Norman Gobbi parteciperà domenica 24 ottobre alle ore 11.45 ad Airolo alla cerimonia in occasione dei 20 anni dall’incidente avvenuto...
22.10.2021
Ticino

Asili nido di qualità per le famiglie

Un’altra adesione importante per la Lega dei Ticinesi, che attraverso le parole di Leila Guscio, appoggia l’iniziativa “asili nido di qualità per...
22.10.2021
Ticino