Magazine, 24 agosto 2021

La statua della Madonna dei naviganti… “scatena” il web…

Ironia, umorismo, sarcasmo ma anche volgarità e irriverenza: l’opera ha ricevuto migliaia di commenti

SANTA TERESA DI GALLURA (Italia) – Lo scorso 20 agosto una foto della Madonna Stella Maris, nota come Madonna dei naviganti, è stata pubblicata su Facebook dal gruppo “Sardegna che Passione”. Ma da quel momento la statua della scultrice Maria Scanu ha scatenato il web, tanto da raccogliere migliaia di commenti e condivisioni. Il motivo è facilmente intuibile dalla foto: la somiglianza, secondo tanti utenti, con l’organo riproduttivo femminile.
 
 
In molti comunque evidenziano la bellezza della scultura. La statua in realtà è stata inaugurata circa 20 anni fa e rappresenta una delle mete turistiche per chi visita la costa settentrionale della Sardegna. La foto però ha fatto il giro del mondo, scatenando i commenti di tutti i tipi in tutto il mondo.

Guarda anche 

Raffica di sbarchi in Italia, centinaia gli arrivi a Lampedusa e in Sardegna (ma il governo non è preoccupato)

Raffica di sbarchi a Lampedusa e in Sardegna, dove nel finesettimana sono sbarcati centinaia di migranti. Nell'isola siciliana sono sbarcati oltre 700 clandestin...
12.10.2020
Mondo

Una petizione per rimuovere la statua di Mahatma Gandhi, “era razzista, fascista e un predatore sessuale”

"Un fascista, un razzista e un predatore sessuale". Ecco come è stato definito Mahatma Gandhi in una petizione che la rimozione di una sua statua eretta ...
15.06.2020
Mondo

Sempre presente allo stadio dagli anni ’50 nonostante la cecità: il club mette una sua statua nel suo posto

VALENCIA (Spagna) – Stessa ora, stesso posto, stesso stadio: parafrasando la famosa canzone degli 883, potremmo descrivere in questo modo l’attaccamento e l&r...
07.06.2019
Sport

Elezioni in Sardegna, vince il centrodestra. Nuovo successo della Lega

La Sardegna eleggeva ieri il suo nuovo presidente e consiglio regionale. In un'elezione caratterizzata dall'estrema lentezza dello spoglio delle schede, quando so...
25.02.2019
Mondo