Svizzera, 02 luglio 2021

Non lascia la polizia guardare il suo smartphone, la giustizia gli dà ragione (e un risarcimento)

Perquisire uno smartphone "solo per vedere" è contrario alla legge federale e la polizia non può chiedere il sequestro del telefono di un sospetto senza avere prove solide della presenza di dati per sostenere la loro indagine. Questa è la sentenza che la divisione penale del tribunale cantonale di Friburgo ha appena emesso, riportato ieri da "La Liberté". La giustizia friburghese si doveva esprimere sul caso di un automobilista arrestato al volante di un veicolo modificato illegalmente. La polizia sperava di trovare prove nel suo smartphoneche l'uomo aveva commesso violazioni del traffico in questa auto modificata. Ma l'uomo si era rifiutato di dare loro il codice per accedere al contenuto del suo telefono e la questione è quindi finita in tribunale.

E i giudici non solo si sono pronunciati a favore dell'automobilista, ma ha anche ordinato la restituzione del telefono e ha riconosciuto all'uomo mille franchi di risarcimento.
Il suo avvocato, David Aïoutz, ha anche sottolineato che molte persone "non sono necessariamente consapevoli che non sono obbligate a collaborare" durante la loro udienza. La corte ha detto che la perquisizione di uno smartphone non è banale e che questo atto deve essere soggetto a un mandato di perquisizione emesso da un procuratore, cosa che in questo caso non è avvenuta.

Tuttavia, la decisione del Tribunale cantonale di Friburgo non si applica a tutte le situazioni. Per esempio, il Tribunale federale ha recentemente stabilito che gli smartphone dei sospetti hooligan possono essere perquisiti, mentre il tribunale di Neuchâtel aveva ritenuto questa misura sproporzionata. In quel caso il Tribunale federale aveva ritenuto che ci fosse un sospetto sufficiente e che l'accesso ai messaggi, alle foto e ai video degli imputati potesse permettere di rintracciare gli autori dei danni commessi a margine di una partita di calcio a Neuchâtel.

Guarda anche 

Coppia autorizzata a chiamare la figlia Tiktu Spring Hokkaidö dopo un rifiuto iniziale

Tiktu Spring Hokkaidö è una bimba nata nell'aprile 2020 nel canton Friborgo. Ma è da poco che il suo nome stato registrato. Per più di un an...
21.07.2021
Svizzera

L'OMS chiede nuove indagini sui laboratori cinesi per scoprire l'origine del Covid-19

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha chiesto venerdì ulteriori indagini e il "controllo dei laboratori" in Cina per identificare l&...
17.07.2021
Mondo

Agenti di sicurezza aggrediti in centro per richiedenti l'asilo, condannati 9 ospiti

Nove ospiti del centro federale per richiedenti l'asilo di Gouglera, nel canton Friborgo, sono stati condannati per aver mincciato e aggredito degli agenti di sicurez...
07.07.2021
Svizzera

In un solo centro per richiedenti l'asilo scomparsi oltre 700 ospiti

Sui 1'473 richiedenti l'asilo accolti nel centro di Chevrilles, nel canton Friborgo, dalla sua apertura il primo aprile 2018, 722 sono nel frattempo spariti nel n...
17.05.2021
Svizzera