Sport, 28 maggio 2021

Alla faccia della reazione: la Svizzera sull’8.. volante

Grande vittoria quella ottenuta dalla Nazionale contro la Slovacchia, che comandava il girone iridiato: l’8-1 non ammette repliche

RIGA (Lettonia) – 0-7 contro la Svezia. 8-1 sulla Slovacchia. Nel giro di 48h a Riga sembrerebbe esser cambiato tutto in casa Svizzera in questo Mondiale. Brutta, bruttissima, irriconoscibile contro gli scandinavi, determinata, cinica e anche un po’ fortunata contro Kristof e compagni: la Svizzera di Patrick Fischer ha saputo rialzarsi di colpo, ha saputo reagire dopo il severo KO contro la nazionale delle Tre Corone e con il netto successo di ieri si è praticamente qualificata per i quarti di finale (Gran Bretagna e Bielorussia permettendo).
 
Se contro la Svezia non era funzionato praticamente nulla, ieri la Nazionale ha potuto godere non solo di un ottimo powerplay – andato a bersaglio non solo alla prima occasione, ma ben 5 volte in totale – ma anche della buona sorte, specie nel primo periodo quando la contesa era ancora aperta. Ma poi… quando la Svizzera è iniziata ad andare a bersaglio praticamente ad ogni tiro… beh non c’è stata più partita e la Slovacchia stessa è stata costretta a tirare i remi in barca.
 
Ora ci sarà da vedere come giocheremo domani contro la Russia, quali scelte apporterà Patrick Fischer, ma è innegabile che rinunciare a Berra (ottimo ieri), così come a Loeffel (autore di una doppietta) non sarà facile. Sempre tendendo un occhio alla NHL, perché se Minnesota e Nashville non dovessero riuscire a recuperare negli ottavi di finale dei playoff… Fiala e Josi sono pronti a imbarcarsi in direzione Riga…

Guarda anche 

Svizzera, che guaio: Xhaka fuori 6-8 settimane

LONDRA (Gbr) - Così come già successo a settembre, nelle sfide decisive per le Qualificazioni al prossimo Mondiale, anche contro l'Irlanda del Nord (9 o...
28.09.2021
Sport

"Quali sono le condizioni per revocare il certificato covid?"

L'8 settembre, il Consiglio federale ha esteso l'obbligo del certificato Covid-19 a quasi tutti i stabilimenti pubblici e altri luoghi di ritrovo al chiuso. Una m...
28.09.2021
Svizzera

Una giornalista tedesca critica la mentalità svizzera, "è bella ma non voglio più viverci"

"Zurigo è bella - ma non voglio più viverci" è il titolo di un articolo che la giornalista tedesca Susanne Resch ha scritto su Travelbook.d...
28.09.2021
Svizzera

“Il ciclismo nelle Fiandre è una fede immortale”

Meensel-Kiezegem, Belgio, è una cittadina del Brabante fiammingo. Questo nome è balzato alla ribalta internazionale soprattutto perché ha dato...
19.09.2021
Sport