Sport, 23 maggio 2021

Svizzera, bell'esordio ai Mondiali in Lettonia

RIGA (Lettonia) - Esordio col botto dei rossocrociati ai Mondiali del gruppo A in Lettonia. La squadra di Patrick Fischer mette sotto senza tanti complimenti la Cechia di Kubalik e Kovar (5-2) e lancia idealmente la sua campagna iridata, nella quale vorrà recitare un ruolo importante, sulla falsariga del 2018, quando ottenne la medaglia d'argentoa Copenhagen.


E la vittoria è stata netta, perché Hofmann e soci non hanno mai mollato la presa: nemmeno sullo 0-1 per gli avversari che pareva creare qualche problema. Invece, col passare dei minuti, i rossocrociati sono saliti in cattedre grazie ad una manovra ariosa ed un power play letale (ha fruttato ben 4 reti) .


“Era importante iniziare con il piede giusto”, ha detto alla fine coach Patrick Fischer, evidentemente soddisfatto per i primi tre punti del torneo. “Ma non dobbiamo pensare di essere dei fenomeni, siamo appena all'inizio” . Tutto terribilmente vero, anche se questo successo ci induce ad essere ottimismi. Questa squadra, del resto, ha talento, forza fisica e solidità mentale. Tutto quanto serve per andare lontano. A livello di singoli sono da elogiare Hofmann e Meier (autori di una doppietta) a testa e Genoni, fondamentale ad inizio confronto. Bene Loeffel e il neo bianconero Alatalo.


La giornata di ieri è stata pure caratterizzata dalla sorprendente sconfitta della Svezia, battuta dalla Danimarca (3-4), a cui non è parso vero di battere i maestri scandinavi. Svizzeri dunque avvisati: oggi alle 19.15 saranno proprio i danesi i loro prossimi avversari. Occhio, insomma...

Guarda anche 

Svizzera, che guaio: Xhaka fuori 6-8 settimane

LONDRA (Gbr) - Così come già successo a settembre, nelle sfide decisive per le Qualificazioni al prossimo Mondiale, anche contro l'Irlanda del Nord (9 o...
28.09.2021
Sport

"Quali sono le condizioni per revocare il certificato covid?"

L'8 settembre, il Consiglio federale ha esteso l'obbligo del certificato Covid-19 a quasi tutti i stabilimenti pubblici e altri luoghi di ritrovo al chiuso. Una m...
28.09.2021
Svizzera

Una giornalista tedesca critica la mentalità svizzera, "è bella ma non voglio più viverci"

"Zurigo è bella - ma non voglio più viverci" è il titolo di un articolo che la giornalista tedesca Susanne Resch ha scritto su Travelbook.d...
28.09.2021
Svizzera

“Nell’Ajoie sto ritrovando stimoli ed entusiasmo!”

PORRENTRUY - Matteo Romanenghi è un giocatore scafato, uno a cui piace affrontare ogni sfida con la giusta attitudine e con l’ideale spirito battag...
27.09.2021
Sport