Sport, 10 maggio 2021

Lo Zugo vuole aprire un’epoca dominante

ZUGO - Dopo 23 anni di lungo digiuno lo Zugo ha finalmente colto il suo secondo titolo nazionale. Dal 1998 ad oggi, soltanto quattro squadre avevano vinto i playoff: Berna, Davos e Zurigo (6 volte) e il Lugano (3). Ora le gerarchie sembrano cambiate e lo squadrone della Svizzera Centrale vuole aprire un ciclo dominante, nel quale cercherà di far valere una disponibilità economica superata solo dal Berna e aggiungere alla suo già notevole parco giocatori, nuovi elementi di qualità.


Questo titolo, a non dubitarne, è il frutto di un lavoro iniziato nel 2018 con l’arrivo del tecnico norvegese Dan Tangnes: dopo anni di gestioni canadesi (Simpson, Shedden e Kreis) a Zugo è giunta aria fresca dal Nord Europa, con un head coach poco conosciuto alle nostre latitudini ma sicuramente dotato. Dopo due anni e mezzo e una pandemia in mezzo con tanto di annessi e connessi, i Tori hanno finalmente raggiunto l’obiettivo che il tecnico scandinavo si era prefissato quando giunse in Svizzera.


E così, la squadra è decollata definitivamente, dominando la regular season, nella quale ha vinto 40 partite su 52 ed ha pure stabilito un nuovo record di punti (119). C’è
di più: solo in una circostanza lo Zugo ha perso due partite consecutive.


In questa fase così come nei playoff sono usciti fuori il gruppo, la sua solidità mentale e fisica e naturalmente il talento dell’attaccante ceko Kovar, l’istinto realizzativo di Hofmann e del ticinese Simion (33 reti in regular season e 9 nei playoff) oltre che del portiere Genoni, una vera saracinesca.
A loro vanno aggiunti capitan Diaz, che dalla prossima stagione militerà nel Friborgo ma anche i vari Alatalo (che non ha giocato gara 3 contro il Ginevra perché squalificato), Klingberg, Abdelkader, Albrecht, Martschini e Shore.


Sarà ora interessante vedere come lo Zugo gestirà la conquista del titolo dopo 23 anni di lunga attesa. Sì, perché sul piede di partenza, oltre a Diaz, ci sono anche Hofmann e Geisser (che tenteranno l’avventura in National Hockey League). Al capitolo arrivi, per ora, si segnalano il difensore Kreis (che nelle intenzioni dovrebbe sostituire Diaz) e gli attaccanti Suri ed Herzog. Non sarà facile confermarsi, anche perché Berna, Zurigo, Lugano e le romande non staranno a guardare.

Guarda anche 

C’è da esserne orgogliosi!

LUGANO – Inutile girarci intorno, ci avevamo fatto la bocca buona. Ci abbiamo creduto e col passare delle ore, ma anche dei minuti durante la partita, ci abbiamo cr...
27.05.2024
Sport

E ora portiamola a casa!

PRAGA (Rep. Ceca) - La Svizzera è in finale! Come nel 2013 e come nel2018. È la terza volta in 11 anni. Qualcosa significherà pur...
26.05.2024
Sport

Vai Svizzera, non ti fermare!

OSTRAVA (Rep. Ceca) – Si è sudato, si è sofferto, abbiamo camminato nervosamente avanti e indietro per casa e qualcuno, c’è da scommetter...
24.05.2024
Sport

Dai Svizzera, c’è di che “vendicarsi”

OSTRAVA (Rep. Ceca) – Ora c’è da fare sul serio. Ora non è ammesso il benché minimo errore. Ora ogni dettaglio conta e ogni sfida diventa...
23.05.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto