Svizzera, 07 maggio 2021

Multato perchè senza mascherina sul treno, un tribunale gliela annulla

Un 32enne residente nel canton Zurigo si è visto annullare la multa che aveva ricevuto per essere salito sul treno senza mascherina di protezione. Il tribunale distrettuale di Zurigo ha infatti rilevato che al momento dei fatti non vi era una sufficiente base legale per sanzionare l'uomo.

Come riferiva ieri il "Tages-Anzeiger", il 32enne svizzero era salito su un treno a Schlieren (ZH) in direzione di Dietikon (ZH) il 18 novembre scorso. All'arrivo dei controllori l'uomo non portava la mascherina ed era allora stato denunciato dalle FFS perché non poteva dimostrare di essere esentato dall'indossare una maschera per motivi medici.

Il cittadino zurighese ha allora presentato ricorso contro la sentenza emessa dalla prefettura di Dietikon, motivo per cui il caso è stato trattato dal tribunale di Zurigo lo scorso mercoledì. Convocato dal giudice, il giovane ha sostenuto che non c'era nessuna base legale per la multa e ha giustificato il suo rifiuto di portare la mascherina perchè tende a iperventilare quando la sua respirazione è limitata.

Il giudice Benedikt Hofmann alla fine gli ha dato ragione e ha cancellato la sua multa di 250 franchi. Ha riconosciuto che lo scorso autunno non c'era nessuna disposizione penale nell'ordinanza Covid-19 che permetteva di sanzionare chi si rifiutava di indossare una mascherina laddove era prescritta. Pertanto, il 32enne non poteva essere multato. L'"errore" è stato ora corretto. Dal 1° febbraio di quest'anno, non indossare una maschera è invece un reato penale secondo l'ordinanza Covid-19.

La prefettura di Dietikon aveva giustificato la sua multa sulla base della legge sulle epidemie. Questa legge permette di infliggere multe a "chiunque non rispetti le misure destinate alla popolazione". Tuttavia, questo vale solo per le misure emesse dai cantoni e non per quelle emesse dal Consiglio federale.

Guarda anche 

Una giornalista tedesca critica la mentalità svizzera, "è bella ma non voglio più viverci"

"Zurigo è bella - ma non voglio più viverci" è il titolo di un articolo che la giornalista tedesca Susanne Resch ha scritto su Travelbook.d...
28.09.2021
Svizzera

Diverse migliaia di manifestanti contro le misure coronavirus a Uster

Sabato pomeriggio si è tenuta l'ennesima manifestazione contro le misure cornavirus a Uster, comune della periferia di Zurigo. Stando alla polizia erano circa ...
26.09.2021
Svizzera

Frontaliere condannato a 30 anni di carcere per aver ucciso una prostituta

Un lavoratore frontaliere francese è stato condannato in appello a 30 anni di carcere per aver ucciso nel 2016 una prostituta rumena a Sullens, nel canton Vaud. La...
25.09.2021
Svizzera

Proprietario di un'agenzia adescava giovani modelli per molestarli, condannato

Il proprietario di un'agenzia di modelli di Zurigo è finito a processo con l'accusa di aver molestato diversi giovani uomini in un periodo di diversi anni....
23.09.2021
Svizzera