Sport, 03 maggio 2021

Mascherine, tamponi e distanze sociali? L’Inter è campione e a Milano succede di tutto…

Incredibili le immagini della giornata di ieri, quando i nerazzurri si sono laureati campioni d’Italia: la folla interista ha riempito, senza nessuna protezione, Piazza Duomo

MILANO (Italia) – Era solo questione di giorni o di ore e ieri pomeriggio, col pareggio maturato a Reggio Emilia tra Sassuolo e Atalanta è diventato realtà: l’Inter, a distanza di 11 anni, è tornata a vincere il campionato italiano, mettendo fine a un’egemonia irripetibile della Juventus, capace di vincere lo Scudetto per 9 anni di fila, dal 2012 al 2020.
 
 
I ragazzi di Conte su tutto l’arco della stagione sono stati i più continui, i più ligi – almeno in Italia – i più costanti, sotto il “martellamento” del mister leccese. E così a Milano, al fischio finale del match di Reggio Emilia è esplosa la festa. Una festa che, però, potrebbe
costare caro all’Italia, o quantomeno alla Lombardia.
 
 
Sì perché ormai da 14 mesi parliamo di mascherine, di distanziamento sociale, di sicurezza per combattere la pandemia, ma le immagini che sono giunte da Piazza Duomo hanno lasciato tutti basiti. I tifosi interisti si sono affollati in 30'000, senza mascherine, senza distanze, tra canti, cori, abbracci e festeggiamenti.
 
 
Va bene la gioia per un tricolore che mancava da tanto tempo, va bene averlo tolto alla Juventus e aver superato gli acerrimi avversari del Milan, ma in tempo di pandemia – e quando il traguardo si inizia a intravvedere grazie ai vaccini – certe scene, forse, era decisamente meglio evitarle…

Guarda anche 

Ancora covid: Noè Ponti positivo dopo i Mondiali

LUGANO - Avevamo sperato, ma forse ci siamo illusi, di esserci lasciati alle spalle gli ultimi due tremendi anni condizionati dalla pandemia. Quest’anno, almeno per...
28.06.2022
Sport

“US Open? Non dipende da me: il vaccino non è un’opzione”

LONDRA (Gbr) – Novak Djokovic resta inflessibile sulle sue opinioni e sulle sue posizioni in merito al vaccino per il covid anche se questo dovesse costargli, co...
26.06.2022
Sport

“In casa Bellinzona tutto appare piuttosto nebuloso”

È fuori dal calcio che conta dal 2008, da quando portò il Bellinzona nella massima serie assieme a Marco Degennaro e Vladimir Petkovic e sfiorò la...
26.06.2022
Sport

Dopo la droga, gli abusi sulla compagna di vita

LUGANO - Fabio Macellari non è certo catalogabile in una ipotetica lista di campioni. Ma negli Anni Novanta del secolo scorso è stato indubbiamente uno...
24.06.2022
Sport