Svizzera, 14 aprile 2021

San Gallo: scopre che la figlia ha già fatto sesso e tenta di ucciderla

Un 47enne eritreo è comparso ieri in aula penale a Rorschach (SG) per rispondere delle accuse di tentato omicidio intenzionale, furto e violazione di domicilio. In particolare l’uomo è accusato di aver cercato di uccidere la figlia dopo che lei gli aveva confidato di aver già avuto rapporti sessuali con il proprio fidanzato.

Prima di cercare di ucciderla, come riferisce FM1Today.ch, l’imputato aveva incontrato la figlia a Rorschach per parlare della sua situazione sentimentale. L’uomo pretendeva che la giovane sposasse suo cugino ma lei non voleva. Dopo l’infruttuoso tentativo di dialogo, padre e figlia erano saliti in macchina per dirigersi verso San Gallo. Durante il tragitto, lei aveva confidato al padre di avere già un fidanzato e di avere avuto rapporti sessuali con lui.

A questo punto, secondo l’atto d’accusa, il padre avrebbe perso le staffe. Avrebbe afferrato la figlia al collo e avrebbe cercato
di strangolarla, dapprima con una collana, poi a mani nude. Lei sarebbe riuscita a liberarsi e a fuggire dall’auto. Avrebbe poi trascorso la notte nascosta in un giardino. Il giorno seguente il padre sarebbe andato a cercarla nel suo appartamento e, non trovandola, le avrebbe rubato il passaporto, diversi vestiti e la televisione.

L’uomo ha negato le accuse, nonostante un rapporto medico abbia evidenziato chiari segni di violenza sul collo della vittima. “Io voglio solo il bene dei miei figli” ha detto l’imputato, quattro volte padre, separato dalla moglie e senza lavoro.

Un uomo che, tra l’altro, non spiaccica una sola parola di tedesco, per cui il processo ha dovuto esssere interamente tradotto.


Alla fine il Ministero pubblico ha chiesto una condanna a 3 anni di detenzione e a 10 anni di espulsione dalla Svizzera. La difesa, invece, l’assoluzione per mancanza di prove. La sentenza è annunciata per la fine di questa settimana.

Guarda anche 

Riceve 35'000 franchi al mese dall'ex marito ma gli saccheggia la casa di vacanza

È una vicenda piuttosto curiosa quella descritta in una sentenza in cui una donna francese viene condannata per aver "svaligiato" la casa di vacanza dell...
05.05.2021
Svizzera

Condannato il ladro di Montagnola, ma il fratello è ancora in fuga con la refurtiva

È stato condannato a una pena di dieci mesi di carcere, sospesi condizionalmente, il 23enne cittadino croato che nell’estate 2019 rubò oggetti prezios...
04.05.2021
Ticino

Condannato ed espulso, ma potrà restare in Svizzera

Venti mesi di detenzione, delle misure terapeutiche stazionarie e otto anni di espulsione dalla Svizzera. È questa la sentenza pronunciata dal tribunale di Bienne ...
22.04.2021
Svizzera

Il Lugano sarà bruttino, ma torna a vincere

LUGANO – Certo, se si vuole il calcio champagne, è meglio guardare altrove, ma è innegabile che quando il Lugano gioca questo tipo di partite, in cui ...
22.04.2021
Sport