Svizzera, 06 aprile 2021

Picchia la moglie, non lavora e si indebita: espulso

Nonostante sia padre di una bambina con passaporto rossocrociato, un cittadino brasiliano deve essere espulso dalla Svizzera. Lo ha sancito il Tribunale federale, confermando la decisione della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) di rifiutare il rinnovo del permesso dell’uomo, che in Svizzera non ha mai lavorato ma ha invece più volte picchiato e minacciato la moglie.

Il cittadino brasiliano, classe 1981, era giunto in Svizzera nel 2014 dopo aver sposato una cittadina elvetica. Lo stesso anno la moglie aveva messo al mondo una figlia in comune. Ma lo stesso anno si era registrato anche un primo intervento della polizia a causa di violenze domestiche. La moglie era fuggita e si era rifugiata dapprima da una cucina, poi in un foyer.

Egli era stato in seguito condannato a una pena pecuniaria per lesioni, vie di fatto e minacce. Pochi mesi dopo la condanna, la coppia era tornata a convivere. Ma dopo ulteriori episodi di violenze, la moglie aveva chiesto il divorzio.

Nel 2017 le autorità del canton Vaud avevano deciso di rinnovare comunque il permesso di soggiorno dell’uomo. Ma la SEM, nel 2018, si era opposta. Perché l’uomo, oltre a essere stato condannato per violenze sulla (ex) moglie, era al beneficio dell’assistenza e aveva già accumulato debiti per oltre 150'000 franchi.

Egli si è opposto alla decisione della SEM a tutte le istanze possibili. Ma anche il Tribunale federale, con sentenza pubblicata oggi, ha confermato il rifiuto del rinnovo del permesso del cittadino brasiliano e il suo allontanamento dalla Svizzera. Se vorrà mantenere contatto con la figlia, dovrà farlo via Skype.

Guarda anche 

I dipendenti di Plastifil: "Prima di essere un'azienda siamo una famiglia"

"Negli ultimi tempi ne abbiamo sentite tante, adesso però ne abbiamo sentite troppe!" Così comincia la testimonianza di un gruppo di dipendenti...
18.10.2021
Ticino

Torna il fine settimana dedicato alla vaccinazione in prossimità degli adolescenti

Il 23 e 24 ottobre 2021 ritorna il fine settimana dedicato ai giovani con un’età compresa tra i 12 e i 15 anni con la possibilità di vaccinarsi vicino...
18.10.2021
Ticino

Cercasi testimoni per un incidente a Giubiasco

La Polizia cantonale comunica che oggi poco dopo le 8 a Giubiasco, una 78enne cittadina svizzera domiciliata nel Bellinzonese circolava in sella a una e-bike in via Fabri...
18.10.2021
Ticino

Incendio in una casa nel canton Berna, muoiono due bambini

Domenica, verso le 22.40, un incendio è scoppiato in una casa a Leuzigen, nel canton Berna. I servizi di emergenza sono arrivati il più rapidamente possi...
18.10.2021
Svizzera