Ticino, 01 aprile 2021

Donna impiegata a Lugano ruba 700’000 franchi, ma non andrà in carcere né sarà espulsa

Ha rubato merci e soldi alla sua datrice di lavoro per un valore di 700'000 franchi. Ma non andrà in carcere né sarà espulsa dalla Svizzera.

Una 49enne cittadina italiana è comparsa oggi in aula a Lugano per rispondere di una lunga serie di furti avvenuti tra il 2013 e il 2019. La donna, come si legge sul portale de La Regione, ha ammesso integralmente i fatti. “Me ne vergogno” ha detto.

Dipendente di un emporio di lusso a Lugano, la 49enne ha più volte rubato merce in negozio
e più volte manipolato la cassa al fine di concedersi una vita lussuosa.

La procuratrice pubblica Margherita Lanzillo aveva chiesto una pena di 30 mesi, di cui 6 da espiare. Ma la giudice Francesca Verda Ciocchetti è stata più clemente e ha condannato la cittadina italiana a 24 mesi sospesi con la condizionale, rinunciando inoltre a chiederne l’espulsione dalla Svizzera.

Questo, spiega La Regione, in virtù dell’incensuratezza dell’imputata e del suo ravvedimento.

Guarda anche 

Imam espulso dalla Svizzera si ripresenta a Chiasso come richiedente l’asilo

Il suo permesso di soggiorno in Svizzera gli era stato revocato nel 2015, decisione confermata definitivamente dai giudici nel 2017. Tornato in Egitto, l'Imam si sare...
17.04.2021
Svizzera

Espulsi dalla Svizzera i tre giocatori che picchiarono un arbitro

Cartellino rosso per i tre giocatori kosovari del FC Tordoya che nel 2018 aggredirono brutalmente un arbitro, durante una partita di quinta lega al centro sportivo di Eva...
15.04.2021
Svizzera

San Gallo: scopre che la figlia ha già fatto sesso e tenta di ucciderla

Un 47enne eritreo è comparso ieri in aula penale a Rorschach (SG) per rispondere delle accuse di tentato omicidio intenzionale, furto e violazione di domicilio. In...
14.04.2021
Svizzera

Tre calciatori rischiano l'espulsione dalla Svizzera per aver picchiato un arbitro

Sarà resa nota domani, giovedì, la sentenza nei confronti di tre cittadini kosovari processati questa settimana a Ginevra per rispondere della brutale aggre...
14.04.2021
Svizzera