Svizzera, 23 marzo 2021

Spacciatore tira un pugno in faccia a un poliziotto: condannato a una pena sospesa

Novanta aliquote giornaliere sospese con la condizionale per tre anni. È questa la pena cui è stato condannato uno spacciatore nigeriano che lo scorso 16 novembre ha sferrato un pugno in faccia a un poliziotto che intendeva controllarlo, prima di abbandonare alcune dosi di cocaina per strada e darsi alla fuga.

Il nigeriano, classe 1986, risiede illegalmente in Svizzera dal 2015, quando la sua domanda d’asilo era stata respinta e ne era stato pronunciato il respingimento verso l’Italia. Lui però è rimasto qui, dedicandosi allo spaccio.

Già condannato una prima volta nel 2018, è stato nuovamente sorpreso l’anno scorso, a due riprese, mentre vendeva cocaina su una strada di Ginevra nota per lo spaccio di droga.
Finalmente fermato, è stato condannato a una pena sospesa e al divieto di ingresso nel canton Ginevra per 12 mesi. Lui ha contestato la pena, andando fino al Tribunale federale.

I giudici federali gli hanno dato torto, con sentenza pubblicata oggi, confermando la condanna inflitta dalle autorità ginevrine. Tuttavia nulla è stato deciso in merito a un’espulsione che avrebbe dovuto essere eseguita già sei anni fa. Il nigeriano è libero di fare ciò che vuole in Svizzera, dovrà solo evitare di recarsi nel canton Ginevra per 12 mesi.

Guarda anche 

A processo per aver dato da mangiare al gatto della vicina, viene assolta

Una 59enne di Eglisau, nel canton Zurigo, è stata processata per la singolare accusa di aver dato da mangiare al gatto della vicina, nonostante quest'ultima fo...
20.05.2022
Svizzera

Aveva accecato il pilota di un Super Puma con un laser, rischia l'espulsione

Nel febbraio dello scorso anno, un elicottero Super Puma delle Forze aeree svizzere si trovava in volo di addestramento sopra il lago di Walen, tra il canton San Gallo e ...
09.05.2022
Svizzera

Ladro complottista si fa denunciare dal suo stesso avvocato, finisce condannato al carcere e espulso

Uno scassinatore plurirecidivo attratto soprattutto da computer portatili e gioielli, era attivo in diverse località del canton Vaud tra il 2019 e il 2020. L'a...
08.05.2022
Svizzera

Ospite di un centro sociale ne uccide un altro, condannato a cinque anni di carcere e espulsione

Due clandestini ospiti di un centro sociale di Losanna erano venuti alle mani nel 2020 in un parcheggio di Ouchy, presso la capitale vodese, finchè uno dei due ha ...
07.05.2022
Svizzera