Svizzera, 19 marzo 2021

Tramelan (BE): uccide uno sconosciuto in stazione "per frustrazione"

Ha dell’assurdo la motivazione dell’omicidio per il quale un 21enne è comparso ieri davanti al Tribunale del Giura bernese a Moutier.

I fatti si erano svolti il 23 settembre 2018, quando il giovane si trovava dai suoi genitori adottivi a Tramelan. Il ragazzo risiedeva abitualmente in un foyer del canton Neuchâtel a causa dei suoi problemi psichiatrici ma aveva ricevuto il permesso di tornare a casa per il weekend in modo da assistere alla cresima della sua sorellina.

A un certo punto, di sera, il giovane aveva deciso di partire per andare a fare un viaggio in treno. Ma prima di lasciare la casa dei genitori adottivi se l’era presa con la sorellina, ferendola al collo con un coltello. Poi, mentre i genitori cercavano di soccorrere la ragazza, aveva colpito anche loro prima di darsi alla fuga. Tutti e tre erano rimasti feriti ma nessuno di loro in pericolo di morte.

Il giovane aveva quindi raggiunto la stazione di Tramelan, ma vista l’ora non c’erano più treni in partenza. Contrariato, aggredisce quindi la prima persona che trova, uno sconosciuto che era seduto su una panchina. Un’aggressione finita in tragedia. La vittima era deceduta ancora sul posto.

“L’imputato ha mostrato disprezzo per la vita umana e una totale assenza di empatia” ha detto ieri il giudice, parlando di “caso di estrema gravità”.


Il 21enne è stato riconosciuto colpevole di omicidio e di tre tentati omicidi. Nei suoi confronti è stata ordinata la detenzione con trattamento psichiatrico.

Guarda anche 

Un controllo (filato liscio) prima della fuga

Una pattuglia di polizia avrebbe fermato – prima della fuga in Israele – Shmuel Peleg insieme al piccolo Eitan. Il nuovo dettaglio – riferisce il Corrie...
18.09.2021
Ticino

Crisi al confine Messico-USA, in 10 mila sotto un ponte in attesa di entrare negli Stati Uniti

Oltre dieci mila migranti, in gran parte provenienti da Haiti, si trovano accampati sotto un ponte al confine meridionale degli Stati Uniti, causando l'ennesima crisi...
18.09.2021
Mondo

18 anni per l'uxoricida eritreo, che è stato espulso dalla Svizzera per 15 anni

Da 16 anni a 18 anni di reclusione, 15 ani di espulsione dalla Svizzera e 50mila franchi di risarcimento a ognuno dei figli rimasto orfano di madre. La Corte di appell...
17.09.2021
Ticino

Bambina di 8 anni annega in piscina a Bienne

Una bambina di otto anni è annegata giovedì verso le 14.55 nella piscina del Palais des Congrès a Bienne (BE). Come riporta il portale Arcinfo, per r...
17.09.2021
Svizzera