Sport, 21 gennaio 2021

0 punti e tanti rimpianti, ma il Lugano è squadra vera

2 tiri concessi e 2 reti subite: dopo aver ben giocato e non aver concretizzato i bianconeri ieri si sono dovuti arrendere all’YB

LUGANO – Doveva essere il big match dell’1 novembre. Doveva essere la partita di cartello della 6a giornata di Super League. Doveva essere un Lugano-YB assolutamente da non perdere, perché avrebbe messo in palio il primo posto in classifica. Ma, come purtroppo è accaduto spesso negli ultimi mesi, il coronavirus ci ha messo lo zampino e la sfida andata in scena soltanto ieri sera a Cornaredo ha assunto nel frattempo un significato diverso, ma è rimasta ugualmente una partita davvero divertente.
 
Una partita che alla fine ha sorriso all’YB, che si è imposto grazie alle reti di Fassnacht e di Nsame nella ripresa e che ha confermato la sua leadership in classifica, ma che ha messo in evidenza un particolare: se il Lugano segnasse per quanto gioca e crea, sarebbe da titolo. Magari non lo vincerebbe, ma darebbe del filo da torcere ai gialloneri (anche se la maglia usata
dai bernesi ieri sera è decisamente rivedibile) fino alla fine della stagione.
 
Non ci sarebbe altro modo per spiegare quanto visto nel primo tempo, quando i bianconeri non solo non hanno concesso un tiro agli ospiti ma, all’interno di una sfida tirata, equilibrata e delicata, hanno sprecato due enormi occasioni prima con Guerrero e poi con Bottani che non ha servito Gerndt tutto solo. E cosa dire dell’errore incredibile dello stesso numero 10 nella seconda frazione quando, solo davanti a Von Ballmoos ha tirato incredibilmente fuori?
 
L’YB non è campione svizzero a caso e, nonostante alcune partenze, ha saputo soffrire, ringraziare la dea bendata e la cattiva mira, per poi punire appena ha avuto mezza occasione, incassando 3 punti e salutando tutti. E in effetti, a pensarci bene, le grandi squadre e quelle che puntano ai titoli… sanno fare anche così.

Guarda anche 

Lugano brutto e confuso. La serie nera continua

LUGANO - Una settimana oltre modo difficile si è conclusa con una sconfitta pernulla inattesa. Il nervosismo di Jacobacci durante la confe...
09.05.2021
Sport

Lugano, ecco McSorley!

LUGANO – Nella cornice di Villa Sassa, questa mattina, il Lugano ha alzato i veli su quello che sarà il suo prossimo futuro o, nello specifico, su chi sar&ag...
06.05.2021
Sport

Lugano, l’inizio di “una nuova era”. Cosa dovremo aspettarci?

LUGANO – “La decisione più difficile presa fin qui da GM”. “Pelletier ha fatto un ottimo lavoro”. “Siamo alla fine di un ciclo,...
06.05.2021
Sport

L’addio a Pelletier è cosa fatta!

LUGANO – Si attendeva soltanto l’annuncio e, dopo i disastrosi playoff disputati dal Lugano, non poteva essere diversamente: l’HCL ha detto addio a Serg...
04.05.2021
Sport