Svizzera, 11 gennaio 2021

Le FFS condannate a risarcire un ex dipendente licenziato per "jihadismo"

"Le FFS, sotto pressione, dato il contesto securitario, hanno visto nel ricorrente un simpatizzante jihadista o estremista e quindi hanno cercato un motivo per il licenziamento". Una recente sentenza del Tribunale amministrativo federale ha ritenuto che le FFS hanno sbagliato a licenziare un collaboratore distaccato a Ginevra e poi a Losanna, dove si occupava della sorveglianza del traffico ferroviario, ha riportato domenica "Le Matin Dimanche".

Nel 2017, l'uomo aveva, tra le altre cose, trasmesso un video di un attacco terroristico a Barcellona. Questo aveva aumentato notevolmente le preoccupazioni dei suoi capi, i quali oltre a licenziarlo con effetto immediato, hanno anche allertato la polizia vodese, la cui unità d'elite ha arrestato l'uomo franco-marocchino in una stazione di servizio davanti alla moglie e il figlio.

Le FFS sono quindi state condannate a pagare sei mesi di stipendio
lordo al suo ex collaboratore. Tuttavia, il tribunale ha stabilito che il datore di lavoro non ha sbagliato a rimuovere il dipendente dal centro nevralgico che occupava perché "in caso di dubbio, la sicurezza ferroviaria deve avere la precedenza". Ma secondo il tribunale, il licenziamento con effetto immediato è stato sproporzionato.
Interrogato nel 2017 da "20 minutes", l'uomo si era sentito denigrato da questa vicenda. "Ho intenzione di presentare denuncia. In rete la mia immagine è associata al terrorismo. Professionalmente e socialmente, sono rovinato", ha detto. Anche la moglie aveva denunciato le condizioni dell'arresto in un'area di servizio autostradale quando la famiglia stava andando a comprare i regali di Natale: "Nostro figlio aveva quattro anni. Pensava che la polizia avrebbe ucciso i suoi genitori sull'autostrada. Di notte, aveva gli incubi".

Guarda anche 

Legittima difesa, Ghiringhelli scrive al Consiglio di Stato: "Fateci vedere l'opuscolo informativo prima di pubblicarlo"

Di seguito pubblichiamo integralmente il testo della lettera inviata da Giorgio Ghiringhelli al Consiglio di Stato in merito all'opuscolo informativo per la nuova vot...
14.05.2021
Ticino

39enne muore in un incidente d'auto, sia la moglie che l'amante vengono risarcite

In seguito alla morte di un 39enne in un incidente d'auto, sia sua moglie che la sua amante sono stati risarciti dalla compagnia di assicurazione. Come riportava scri...
14.05.2021
Mondo

Dipendente FFS preso a pugni, si cercano testimoni

Si susseguono le aggressioni ai danni del personale delle FFS. L’ultima in ordine di tempo risale all’altro ieri, martedì, e viene riportata oggi dal B...
13.05.2021
Svizzera

Contro di lui c'è un divieto di entrata in Svizzera, ma si è sposato e vive in Ticino

Vi ricordate il caso del giovane studente della CSIA al centro di numerose manifestazioni  di sostegno quando venne rimpatriato in Ucraina insieme ai suoi genitori n...
13.05.2021
Ticino