Svizzera, 12 dicembre 2020

Frontaliere condannato a 20 anni di carcere per aver ucciso una prostituta

Un lavoratore frontaliere francese di 33 anni è stato condannato venerdì a 20 anni di carcere dal tribunale penale del Doubs di Besançon, in Francia, per aver picchiato e accoltellato a morte una giovane prostituta rumena nel 2016 a Sullens, nel canton Vaud.

Come riporta "LeMatin", dopo tre giorni di udienze il tribunale ha giudicato l'uomo, un'ex guardia giurata, colpevole dell'omicidio della diciottenne, il cui corpo nudo era stato ritrovato nei boschi pressi di Frasnois, nel Giura francese e vicino al confine svizzero. L'uomo viveva con la moglie e il figlio a Mouthe, Doubs, in Francia, al momento dei fatti e ha sempre contestato di aver ucciso la diciotenne.
/>
Secondo la sua versione dei fatti, i due avevano appena avuto una relazione sessuale quando due uomini sono apparsi e l'hanno uccisa, prima di costringerlo di "fare tutto il necessario" per liberarsi del corpo. Ha poi trasportato e scaricato il corpo sfigurato nei boschi di Franois. I suoi avvocati avevano chiesto l'assoluzione.

L'accusa aveva invece chiesto 30 anni di carcere e ha cercato di smontare la tesi difesa dall'imputato che dei magnaccia erano coinvolti nell'omicidio. Il corpo della vittima è stato trovato il 15 dicembre 2016, con 26 coltellate, il volto irriconoscibile e con le ossa del viso e i denti rotti da una moltitudine di colpi.

Guarda anche 

Accoltellamento nella cucina di un ristorante, arrestato un italiano

Un 43enne portoghese è stato gravemente ferito a colpi di coltello, giovedì sera attorno alle 20.30 a Paudex (VD). Al momento dei fatti, spiega la polizia c...
19.06.2021
Svizzera

Spaccio di droga: espulsi un 54enne, i suoi due figli e suo genero

Il giudice l’ha definita “una piccola azienda famigliare” dedita allo spaccio di droga. Un 54enne italiano, i suoi due figli e il suo genero sono stati ...
19.06.2021
Svizzera

Condannati in 16 a Berna per aver occupato un edificio

Bettina Bochsler, giudice unica del tribunale regionale di Berna-Mittelland, ha condannato oggi 16 persone che nel 2017 occuparono un edificio sulla Effingerstrasse. I 16...
17.06.2021
Svizzera

L'ONU interviene per "Carlos", che però viene condannato comunque

Avrà il tempo di distruggere ancora parecchie celle, il delinquente di origini brasiliane noto come “Carlos”, sebbene si chiami Brian. Ieri si apprende...
17.06.2021
Svizzera