Sport, 30 novembre 2020

Lugano pazzesco: il sogno continua nel segno di Bottani

Successo fondamentale e incredibile quello conquistato ieri dai bianconeri contro il Basilea. La rete del numero 10 a una manciata di secondi dalla fine del recupero tiene i ticinesi a -2 dall’YB

LUGANO – C’erano soltanto quei pochi spettatori ammessi dalle regole anti-Covid ad assistere al match, ma il boato che si è sollevato da Cornaredo a pochi secondi dalla fine della sfida casalinga contro il Basilea, quando Bottani ha depositato in fondo al secco la rete dell’1-0, ha riecheggiato su tutta la Lugano. I bianconeri non smettono di stupire e, restando ancora imbattuti in stagione, continuano a sognare… un sogno non tanto ad occhi aperti, ma reale, vero, intenso e bellissimo. Sì, perché la classifica dopo 8 partite disputate è pazzescamente bella e vede i bianconeri a quota 16 punti, secondi a -2 dall’YB capolista.

Se tutto questo fosse un sogno, nessuno svegli la truppa di Jacobacci, ma si sa… i sogni aiutano a vivere meglio. E allora, forza Lugano, continua a vivere su questa nuvola che ti accompagna da inizio campionato, ma restando sempre ben ancorato a terra, come sai fare.

Anche ieri Gerndt e compagni hanno saputo soffrire, sono anche stati fortunati nel primo tempo, ma poi, proprio quando lo 0-0 sembrava destinato a diventare realtà, ecco la giocata di quell’Odgaard fin qui oggetto del mistero e il controllo e il tocco sopraffino di Mattia Bottani che ha fatto sobbalzare tutti i tifosi, allo stadio e davanti alla tv o alle radio, compreso il presidente Angelo Renzetti, più felice e sorridente che mai.

Sulla truppa di Jacobacci si potrebbe iniziare a scrivere un primo intenso capitolo di un libro. Perché pur non essendo obiettivamente la rosa più forte del campionato, dovendo fare a meno di giocatori importanti come Sabbatini e di una punta di razza, questo Lugano sa reggere l’urto, sa chiudersi, sa fare cerchio, per poi colpire… e come sa colpire. Facendo male, mettendo in ginocchio i propri avversari, compreso il Basilea che, pur non essendo il Basilea schiacciasassi di qualche anno fa, resta comunque il Basilea.

Insomma Lugano, goditi questa classifica, ma non accontentarti, non illuderti e non sentirti soddisfatto perché il sogno è lì e come detto… i sogni aiutano a vivere meglio.

Guarda anche 

Lugano, Odgaard ai saluti: “Uno dei migliori che abbia allenato”

LUGANO – Sfogliando il sito ufficiale dell’FC Lugano, si può notare come il nome di Jens Odgaard, faccia ancora capolino nell’elenco dei giocator...
15.01.2021
Sport

Lugano, quando una sconfitta fa ben sperare…

ZURIGO – Ci sono vittorie dalle quali si salvano soltanto i punti ottenuti, sconfitte che fanno preoccupare e passi falsi – dal punto di vista del risultato &...
13.01.2021
Sport

Trovano un gatto che si era perso e lo portano a casa, finiscono nei guai con la giustizia

Se vi capita di trovare un gatto perso, forse è meglio non aspettare troppo tempo prima di segnalarlo al veterinario o alla polizia. Altrimenti, potreste finire ne...
11.01.2021
Svizzera

Tra cerotti e infortuni il Lugano ritrova la grinta

LUGANO – Dopo i due violenti schiaffi subiti giovedì e venerdì dal Ginevra, la giornata di ieri in casa Lugano era segnata col circolino rosso: la sfi...
11.01.2021
Sport