Ticino, 23 novembre 2020

Non luogo a procedere per i messaggini di Ermani

l Procuratore generale sostituto Andrea Maria Balerna informa di avere emanato una formale decisione di non luogo a procedere a seguito della segnalazione del deputato al Gran Consiglio Matteo Pronzini, a nome del Gruppo MPS-POP-Indipendenti, per "possibile reato penale da parte del Presidente del Tribunale penale cantonale Mauro Ermani".

La segnalazione, preannunciata a mezzo stampa il 5 ottobre 2020 ma effettivamente giunta al Ministero pubblico solo il 30 ottobre 2020, riguardava il contenuto
dell'ormai noto messaggio WhatsApp inviato dal Presidente del Tribunale penale cantonale Mauro Ermani al Procuratore generale del Ministero pubblico Andrea Pagani, nell'agosto del 2020.

La segnalazione non ha aggiunto nulla a quanto già di pubblico dominio, e dunque già noto anche al Ministero pubblico, dai primi giorni di ottobre.

Svolti gli accertamenti preliminari, è stata formalmente accertata la non rilevanza penale del fatto in questione.

Guarda anche 

Parte la carica della Lega per le cantonali 2023

Circa 400 persone hanno partecipato oggi alla prima delle quattro “Feste ticinesi” organizzate dalla Lega dei Ticinesi in vista delle elezioni cantonali ...
06.02.2023
Ticino

Fermato in dogana con una grande collezione di francobolli non dichiarata

Durante un recente controllo, i collaboratori dell’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC) hanno fermato un cittadino svizzero per ome...
03.02.2023
Ticino

Gobbi: "Il sistema democratico è in difficoltà"

La democrazia è in crisi, la gente non va più a votare ma al contempo contesta le scelte dei Governi. Il concetto espresso da Norman Gobbi nel suo d...
03.02.2023
Ticino

Chiasso, viaggiava sul treno con 750mila franchi non dichiarati: fermato

Importante sequestro a Chiasso, dove un uomo è stato fermato dalla Guardia di Finanza con 750mila franchi non dichiarati. L'operazione rientra nella lotta l...
03.02.2023
Ticino