Svizzera, 23 novembre 2020

Al valico di Gandria "la nuova frontiera del contrabbando"

Sono sei le auto immatricolate in Ticino sequestrate nelle ultime settimane al valico di Gandria, lungo la statale Regina, alla cui guida vi erano alcuni cittadini italiani residenti in Lombardia.

Nessuno di loro – riportano i media – è lavoratore frontaliere. A quanto pare, i contravventori hanno violato la Convenzione di Instanbul del 1990. Le auto sono state confiscate nel corso di servizi di accertamento volti a contrastare traffici illeciti a cavallo del confine. I trasgressori italiani sono accusati di reato di contrabbando, evasione dei dazi doganali e IVA.

Dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Como affermano che “si tratta della nuova frontiera del contrabbando”. Dal mese di gennaio, al valico di Oria Valsolda sono state sequestrate 13 auto e uno scooter.

Guarda anche 

Da un positivo a 70 casi, ecco la contagiosità della variante inglese

La variante britannica ha sconvolto quanto si sapeva del Coronavirus e ha portato il Consiglio Federale a adottare misure severe quali le chiusure dei negozi, al fine di ...
15.01.2021
Svizzera

Coronavirus in Svizzera, la situazione attuale

In Svizzera, nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 2'396 nuovi contagi da coronavirus. Un dato – fa sapere l'Ufficio federale della sanità pubbl...
15.01.2021
Svizzera

"Il burqa è lo stendardo dell'islam politico e per questo va vietato"

In un comunicato trasmesso ai media, Giorgio Ghiringhelli esprime "soddisfazione" per il fatto che il Ticino ha fatto scuola per quel che riguarda il divieto di...
15.01.2021
Svizzera

La Svizzera dovrà dare all'Italia i dati bancari di due contribuenti italiani

Il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha respinto il ricorso di due contribuenti italiani che si opponevamo alla trasmissione dei loro dati bancari a Roma. Questa ri...
15.01.2021
Svizzera