Svizzera, 22 novembre 2020

Fabio Regazzi vuole dare un lavoro ai richiedenti l'asilo respinti

Il consigliere nazionale PPD Fabio Regazzi sta portando avanti a Berna una mozione con cui chiede di “autorizzare l’attività lucrativa ai richiedenti l’asilo che hanno ricevuto una decisione negativa della SEM e che sono in attesa dell’allontanamento”.
 
Regazzi vorrebbe quindi far lavorare i richiedenti l'asilo la cui domanda d’asilo è stata respinta e che dovrebbero tornare al proprio paese d'origine. Una posizione normalmente portata avanti dalla sinistra, tanto è vero che tra i deputati ticinesi solo la verde Greta Gysin e il socialista Bruno Storni hanno sostenuto la mozione di Regazzi.
 
Contrario invece il Consiglio federale, espressosi in merito per iscritto. “Autorizzare gli interessati a proseguire la loro attività lucrativa oltre il suddetto termine fino alla partenza effettiva, come chiesto dall’autore della mozione, li renderebbe meno propensi a lasciare la Svizzera autonomamente entro i termini impartiti” ricorda il Consiglio federale in risposta a Regazzi. “La velocizzazione delle procedure d’asilo in vigore dal 1° marzo 2019 mira a concludere il più rapidamente possibile le procedure d’asilo in Svizzera (…). Le persone che non dipendono dalla protezione della Svizzera devono lasciare il nostro Paese quanto prima”.
 
Trattandosi però di una mozione, sarà il parlamento a dover dire l’ultima parola. E dato lo spostamento a sinistra del legislativo avvenuto durante le ultime elezioni federali, non è da escludere che Regazzi possa riuscire nel suo intento di dare il permesso di lavorare a persone che nemmeno dovrebbero essere in Svizzera.

Guarda anche 

"Per prevenire attacchi terroristici bisogna migliorare i controlli al confine"

La Svizzera deve migliorare i controlli al confine per prevenire attacchi terroristici come quelli recentemente avvenuti in Francia e in Austria. È quanto chiede i...
04.11.2020
Svizzera

"I terroristi devono poter essere espulsi, se no Svizzera fuori dalla CEDU"

I terroristi devono sempre poter essere espulsi, indipendentemente dagli accordi e dalle convenzioni firmate dalla Svizzera. È quanto chiede, in sostanza, il Co...
19.10.2020
Svizzera

"Si faccia nome e cognome di chi chiede la cittadinanza svizzera"

Le generalità di chi fa richiesta del passaporto svizzero devono essere rese pubbliche. È quanto chiede la Lega di Lugano in una mozione inoltrata venerd&ig...
03.10.2020
Ticino

"Violento e non integrato?! Venga accompagnato subito fuori dalla Svizzera!"

*Mozione al Governo di Boris Bignasca e confirmatari.  È chiaro che il processo di integrazione da parte sua non è mai avvenuto, a tal punto c...
14.07.2020
Ticino