Ticino, 31 ottobre 2020

Frontaliera ottiene il permesso nonostante una condanna a 2 anni e 8 mesi

Il Tribunale amministrativo cantonale (TRAM) ha dato ragione a una barista frontaliera, classe 1983, cui la Sezione della popolazione del Dipartimento delle Istituzioni aveva deciso di non rinnovare il permesso G, dopo aver preso atto grazie al casellario giudiziale che in passato era stata condannata in Italia a una pena detentiva di 2 anni e 8 mesi.
 
In base alla sentenza pubblicata oggi lo Stato del Cantone Ticino deve quindi consentirle di ottenere un permesso per frontalieri e rifonderle 1'800 franchi a titolo di ripetibili.
 
La donna ha lavorato in Ticino per vari periodi a partire
dal 2015, sempre come barista. Nel 2017, al momento di chiedere il rinnovo del permesso G, erano emersi i suoi precedenti penali in Italia. La condanna a 2 anni e 8 mesi, legata a traffici di stupefacenti, risaliva al 2008.
 
Il TRAM ha riconosciuto la gravità di quanto addebitato alla donna ma ha altresì rimarcato che i reati di cui si è macchiata sono ormai “lontani nel tempo” e che da allora non è più stata condannata. Pertanto ha accolto il ricorso della barista frontaliera, annullando la decisione della Sezione della popolazione.


Guarda anche 

Medico condannato per aver ricevuto pagamenti dall'industria farmaceutica

L'ex primario dell'Ospedale cantonale di Sion è stato condannato in appello a 16 mesi di carcere sospeso per aver ricevuto finanziamenti dall'indust...
22.07.2022
Svizzera

Per tre anni fa finta di essere infortunato e si fa versare 120'000 franchi

Un muratore spagnolo è stato condannato dal tribunale di Sierre a una pena detentiva e all'espulsione per aver finto per oltre tre anni e mezzo di essere in...
20.07.2022
Svizzera

Madre condannata per aver accoltellato il figlio

Una madre è stata condannata a due anni di carcere per aver accoltellato il figlio, pena sospesa a favore di un trattamento terapeutico. I fatti si sono verific...
18.07.2022
Svizzera

Quattro anni di carcere e espulsione per aver tentato di uccidere una donna conosciuta su Internet

Il Tribunale distrettuale dell'Alto Vallese ha condannato un medico tedesco per avere quasi ucciso una donna conosciuta tramite la popolare app di incontri Tinder....
12.07.2022
Svizzera