Mondo, 30 ottobre 2020

L'attentatore di Nizza sbarcato a Lampedusa, "Italia screditata in tutto il mondo"

Sarebbe partito dalla Tunisia e sbarcato a Lampedusa all'inizio di ottobre l'attentatore islamico che giovedì ha brutalmente ucciso tre persone a Nizza, nel sud della Francia (vedi articoli correlati). Nella ricostruzione fornita da "Il Giornale", Aouissaoui Bahrain, così si chiama l'attentatore tunisino, avrebbe attraversato il Mediterraneo illegalmente come uno dei tanti migranti clandestini che regolarmente sbarcano nella vicina penisola. Arrivato a Lampedusa sarebbe stato spostato sul continente europeo a Bari, nel sud dell'Italia, e lì avrebbe ricevuto un "foglio di via", ossia un'intimazione a lasciare il territorio italiano entro sette giorni, senza che questa disposizione fosse poi effettivamente verificata dalle autorità italiane. In pratica quindi, aveva ricevuto il permesso di muoversi liberamente sul territorio italiano e europeo. Bahrain avrebbe comunque eseguito l'ordine intimato per raggiungere la Francia, paese da settimane nel mirino dei radicali islamici a causa delle dichiarazioni di Macron sul "separatismo islamico" prima, e per le sue affermazioni successive all'attentato in cui fu decapitato un insegnante a Parigi.

A rivelare gli spostamenti di Bahrain e il fatto che era arrivato in Francia da pochi giorni è stato il deputato francese dei Republicains, Eric Ciotti, dopo
aver partecipato all'unità di crisi con il presidente Emmanuel Macron. "Durante l'incontro - ha spiegato - ho appena chiesto a Macron di sospendere tutti i flussi migratori e tutte le procedure di asilo, soprattutto al confine italiano".
Il fatto che l'attentatore si sia servito dell'Italia per raggiungere il suolo francese ha mandato su tutte le furie il leader dell'opposizione Matteo Salvini, che su Twitter ha parlato di "una vergogna internazionale" per l'Italia e ha fustigato l'agire degli scorsi mesi del governo italiano in materia di immigrazione illegale, proprio poche settimane dopo che questo aveva smantellato i decreti che lo stesso Salvini aveva fatto approvare quando era ministro dell'interno.

"Discredito su Lampedusa, Bari e Italia in tutte le tv del mondo perché l'assassino islamico, lo sgozzatore, l'abbiamo fatto entrare noi. Il governo lo ha fermato? Espulso? No, coccolato e nutrito, gli ha messo magari un foglietto in mano con scritto 'torna a casa'" ha tuonato l'esponente della Lega, chiedendo che se i fatti descritti sopra, ossia il fatto che l'attentatore tunisino sia stato fatto sbarcare e poi lasciato fuggire dalle autorità italiane, che l'attuale ministro dell'interno italiano Luciana Lamorgese dia le dimissioni.

Guarda anche 

Un Giro, grandi incognite. Il favorito è Simon Yates

Non ci sarà Tao Geoghegan Hart, vincitore a sorpresa (e che sorpresa!) lo scorso anno. Niente Giro, ha detto, sarà al Tour de France. E in fondo ness...
04.05.2021
Sport

La SUPSI nomina dei nuovi professori: 4 su 5 sono italiani

Altro che respiro internazionale. La SUPSI assume sempre più un respiro esclusivamente italiano. L’ennesima dimostrazione giunge con l’annuncio da p...
30.04.2021
Ticino

Fermato alla frontiera, aggredisce gli agenti con spintoni e morsi

Gli agenti della polizia di frontiera di Ponte Chiasso l’hanno fermato per un controllo. Lui ha reagito dando in escandescenza e scagliandosi contro gli agenti con ...
22.04.2021
Mondo

1984, Francia campione. È calcio-spettacolo!

I Mondiali di Spagna sono alle spalle, anche se negli occhi di tutti c’è ancora la strabiliante e per certi versi sorprendente marcia degli azzurri. N...
23.04.2021
Sport