Ticino, 12 ottobre 2020

"Lockdown? Col cavolo!"

*Dalla prima pagina del Mattino della Domenica. Di Lorenzo Quadri

I contagi da stramaledetto virus cinese sono tornati ad aumentare. Non ci voleva il Mago Otelma per prevedere che sarebbe accaduto, tra frontiere spalancate, ripresa degli eventi, e poi vacanzieri in zone a rischio, discotecari, e la Romandia impestata “grazie” alla libera circolazione con la Francia. I casi aumentano, ma non bisogna nemmeno fare del catastrofismo: in Ticino le persone in ospedale sono comunque pochissime (ieri sera erano otto), e la situazione si presenta molto diversa rispetto a marzo ed aprile.

Dunque, è giusto intervenire. Ma tenendo ben presente un assunto: un secondo lockdown, al contrario di quanto dichiarato dal governicchio, non è l’“ultima ratio”. E’ proprio ESCLUSO a priori! Chiaro il messaggio? ESCLUSO! Di richiudere tutto come in primavera NON SE NE PARLA PROPRIO. Perché il Ticino e la Svizzera andrebbero in fallimento! Giusto, quindi, introdurre l’obbligo di mascherina nei negozi (lo si sarebbe dovuto fare già da un pezzo); giusto chiudere discoteche e locali notturni, dove le norme di sicurezza sanitaria sono impossibili da rispettare (il settore potrà essere aiutato economicamente tagliando sui miliardi che la partitocrazia si ostina a regalare all’estero).

Ma che nessuno si sogni di proibire alla gente di lavorare! E questo punto fermo, il governicchio farà bene a chiarirlo subito a funzionari quali Giorgio Merlani (medico cantonale) e Matteo Cocchi (comandante della Polizia). Non vorremmo infatti che i due “Cip e Ciop” della pandemia già s’immaginassero di tornare ad imperversare sui media come in primavera, terrorizzando la popolazione! I funzionari facciano i funzionari e non le primedonne!


*Edizione dell'11 ottobre 2020

Guarda anche 

Dodici positivi alla casa anziani di Brissago

Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) comunica che sono stati registrati dodici casi positivi all’interno di una casa per anziani. D...
31.10.2020
Ticino

404 contagi e un decesso in 24 ore

Nelle ultime 24 ore, in Ticino si registrano 404 contati da Coronavirus, quindi più di ieri. C'è stato un decesso e 33 persone sono state ricoverat...
31.10.2020
Ticino

A Lugano va in scena una protesta contro le misure anti Covid. Una giornalista colpita da una testata

"In strada e nelle carceri assassinati, nei lager ammucchiati: facile per i borghesi stare a casa tranquilli e viziati". Sono frasi forti quelle scritte e grida...
30.10.2020
Ticino

Don Guanella, due focolai portano a sette morti e 89 positivi (tra ospiti e personale)

Sette anziani, tutti definiti ultra noventenni e con patologie pregresse, sono deceduti per Covid alla casa anziani gestita dall'Opera Don Guanella di Maggi...
30.10.2020
Ticino