Svizzera, 10 ottobre 2020

Una svizzera uccisa da un gruppo islamico in Mali

Una cittadina svizzera rapita quattro anni fa in Mali è stata uccisa dai suoi rapitori, un gruppo islamico vicino a Al Qaida. Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) lo ha annunciato venerdì sera.

Le autorità francesi hanno informato la Svizzera venerdì pomeriggio che l'ostaggio svizzero detenuto in Mali è morto, ha scritto il DFAE in comunicato. La donna è stata uccisa da rapitori appartenenti all'organizzazione terroristica islamica Jama'at Nasr al-Islam wal Muslim (JNIM) circa un mese fa.

"È con grande tristezza che ho appreso della morte del nostro concittadino", ha detto il capo del DFAE Ignazio Cassis in un messaggio pubblicato su Internet.
"Condanno questo atto crudele ed esprimo le mie più sentite condoglianze ai parenti della vittima".

Le circostanze esatte dell'omicidio dell'ostaggio svizzero non sono ancora chiare. Le autorità francesi sono state informate di questa esecuzione tramite l'intermediario dell'ostaggio francese recentemente liberato, Sophie Pétronin.

Le autorità svizzere, scrive il DFAE, si stanno adoperando per scoprire le circostanze esatte di questa esecuzione e il luogo in cui si trova il corpo della vittima. Inoltre le autorità elvetiche faranno il possibile per rimpatre la salma. A tal fine il DFAE cercherà di rivolgersi al nuovo governo di transizione del Mali.

Guarda anche 

Allevatore condannato per la quarta volta per maltrattamenti "solo" con una multa, animalisti arrabbiati

La quarta condanna ad un allevatore che era accusato di maltrattare i suoi animali ha fatto arrabbiare gli animalisti, che ritengono sia scandaloso che l'uomo possa a...
22.06.2022
Svizzera

Condannata per aver gettato due pappagalli nella spazzatura

La proprietaria di due pappagalli è stata sanzionata con una multa sospesa per aver gettato i due volatili in un contenitore della spazzatura sotterrato. I due mal...
12.06.2022
Svizzera

Pagare 50'000 franchi per uccidere un elefante, e il WWF è favorevole

Nel marzo 2019, l'allora consigliera nazionale Isabelle Chevalley (PVL/VD) aveva presentato una mozione intitolata "per il divieto di importazione e transito di ...
23.05.2022
Svizzera

La NATO chiede il permesso di sorvolare la Svizzera, Cassis "ruba" la parola a Sommaruga

L'interpretazione della neutralità svizzera divide anche il Consiglio federale. L'edizione di sabato della "Schweiz am Wochenende" riferisce d...
03.04.2022
Svizzera