Svizzera, 17 settembre 2020

Il Consiglio nazionale boccia gli sviluppi di Schengen

Il Consiglio nazionale temporeggia sullo sviluppo dell'acquis di Schengen. Giovedì (oggi) ha respinto, con 79 voti favorevoli, 74 contrari e 38 astensioni, un piano per migliorare il Sistema d'informazione Schengen (SIS)con la sinistra e l'UDC che vi si oppongono per motivi diversi.

Il Sistema d'informazione Schengen (SIS) è un sistema elettronico per la ricerca di persone scomparse e di oggetti smarriti o rubati, tuttavia i cambiamenti che la ripresa dello sviluppo del SIS comporterà nel diritto svizzero sono stati oggetto di ampie critiche.

La sinistra vede questo sviluppo come un inasprimento della legge sugli stranieri sostenendo che 500'000 persone sono ora registrate nel SIS e non possono più tornare in Europa. "Abbiamo bisogno di benefici solidali che tengano conto delle crisi", ha detto Priska Seiler Graf (PS/ZH).

I Verdi non si fidano di questo database, che contiene milioni di informazioni. Due anni fa, si era appreso che la Gran Bretagna ha copiato illegalmente informazioni personali dal sistema SIS, mentre Londra ha un accesso limitato in quanto Stato membro non Schengen. Questi dati sono stati consegnati ad aziende statunitensi, ha dichiarato Marionna Schlatter (Verdi/ZH).

Anche l'UDC si è detto critico. Il partito conservatore non vuole un indebolimento delle disposizioni sull'espulsione degli stranieri. Con l'acquis di Schengen abbiamo una legge dinamica in cui la Svizzera rischia di perdere la sua autonomia legislativa, ha sottolineato Jean-Luc Addor (UDC/VS).


La palla passa ora al Consiglio degli Stati.

Guarda anche 

Il Patto ONU per la migrazione rimane sospeso per almeno un'altro anno

Il Parlamento ha deciso di non entrare in materia sul patto ONU per la migrazione dell'ONU, almeno per il momento. Martedì, il Consiglio nazionale ha seguito i...
14.09.2021
Svizzera

Keller-Sutter chiede una riforma di Schengen-Dublino, "attesi grandi movimenti migratori"

Durante una riunione informale dei ministri della giustizia e degli affari interni dell'UE Karin Keller-Sutter ha chiesto una riforma del sistema Schengen-Dublino sos...
16.07.2021
Mondo

Bocciato il pedaggio per stranieri al San Gottardo: "Sarebbe discriminatorio"

Il pedaggio del Brennero costa 9,50 euro sola andata. Quello dell’Arlberg 11 euro. Nel San Gottardo, invece, gli automobilisti del mondo intero potranno continuare ...
18.06.2021
Svizzera

I parlamentari a Berna dovranno rivelare le loro nazionalità. Greta Gysin è contrariata

Con 115 voti contro 64, il Consiglio nazionale ha approvato ieri una modifica dell’ordinanza sull’amministrazione del parlamento, che prevede che in futuro i ...
11.06.2021
Svizzera