Svizzera, 07 settembre 2020

Sostiene di vivere nel terrore a causa del marito ma il tribunale non le crede

Una donna kosovara residente nel canton Vaud ha denunciato il marito per presunti maltrattamenti, ma il giudice del tribunale di prima istanza non le ha creduto.

"Questo è successo a porte chiuse. È la versione di un uomo contro l'altro". Così un procuratore del canton Vaud ha giustificato la sua decisione di respingere la denuncia di una donna kosovara, che sostiene di vivere nel terrore da quando è arrivata in Svizzera dal 2012 dopo un matrimonio combinato con un connazionale, che viveva qui con i suoi figli. Fin dall'inizio, la donna sarebbe stata oggetto di violenza. Il marito l'avrebbe addirittura stata presa a calci quando era incinta, il che ha causato un aborto spontaneo. In un'altra occasione, l'uomo le avrebbe infilato una forchetta nel braccio perché aveva svegliato i suoi figli facendo cadere un piatto.

Mentre
la famiglia era in Kosovo, il marito avrebbe confiscato i documenti della moglie e della figlia per constringerle a rimanere nel loro paese d'origine dove sarebbero state sterilizzate. Infine, avrebbe minacciato di uccidere lei e la sua famiglia e la donna sarebbe stata regolarmente picchiata, insultata e costretta ad avere rapporti sessuali. Le era proibito di parlarne e non potva uscire da sola e regolarmente era stata costretta ad andare in Kosovo.

Tuttavia, il magistrato ha visto contraddizioni nel racconto della donna e una mancanza di prove mediche e così,non solo ha chiuso il caso, ma ha anche concesso 10'000 franchi al marito per pagare l'avvocato, che era stato nominato dal tribunale. Quando è stato presentato un ricorso, il tribunale cantonale era più curioso di far luce sul caso e ha quindi chiesto alla Procura di riaprire il caso.

Guarda anche 

Schiaffi alla figlia di 12 anni che mostrava foto osè sui social: “dati al fine di educare”

ROMA (Italia) – Ha preso a schiaffi la figlia, allora 12enne, fino a farle venire un occhio nero e, come sostenuto dalla Procura di Roma, una ferita al labbro perch...
29.02.2024
Magazine

Perde 40'000 franchi col gioco d'azzardo, ma la banca doveva fermarla (e dovrà risarcirla)

Un debito di 40'000 franchi di una ex cliente di PostFinance, contratto a causa di un errore informatico della banca, dovrà essere cancellato. La giustizia rit...
11.02.2024
Svizzera

Un uomo armato tiene un ostaggio i passeggeri di un treno vicino a Yverdon

Giovedì sera si è verificata una presa di ostaggi in un treno nei pressi di Yverdon, nel nord del canton Vaud. Secondo quanto riferito dai media romandi e d...
09.02.2024
Svizzera

I terreni di contadini espropriati a "prezzi irrisori" per costruire piste ciclabili

Degli agricoltori del canton Vaud denunciano l'esproprio dei loro terreni da parte del cantone, che intende costruirvi piste ciclabili nell'ambito del progetto &l...
30.01.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto