Sport, 06 settembre 2020

Lugano a forza 5: Domenichelli e gli stranieri

Con l’ufficializzazione giunta ieri di Daniel Carr, Serge Pelletier avrà a disposizione un pacchetto di giocatori d’importazione di ottimo valore

LUGANO – Un anno fa, ormai, a Lugano era giunta la firma di Mark Arcobello: il primo tassello del puzzle dell’HCL 2020/21 era stato inserito. In seguito, lo scorso maggio, ecco l’approdo alla Cornér Arena di Mikkel Boedker: i due, specie nell’amichevole disputata venerdì contro il Langnau, hanno dato lustro alle loro qualità offensive e alla loro intesa che, sicuramente, andrà a migliorare giorno dopo giorno.

Con Jani Lajunen ai box fino a novembre, per un’operazione all’anca, e con l’addio anche di Taylor Chorney, il ds bianconero Hnat Domenichelli nelle ultime settimane ha portato un’impennata alle qualità della rosa a disposizione di Serge Pelletier, trovando gli accordi col difensore svedese Tim Heed e, ieri, con l’attaccante Daniel Carr.

Se il ragazzo di Göteborg ha firmato fino a metà novembre, il 28enne canadese si è legato ai colori bianconeri per la stessa durata, con un’opzione per il prolungamento del legame fino al 31 dicembre 2020. Insomma… fino
a novembre Pelletier potrà contare su quattro stranieri di indubbia qualità, in attesa di poter poi riabbracciare Lajunen.

Domenichelli, quindi, oltre che sul mercato degli svizzeri, si è saputo muovere bene anche su quello degli stranieri, nonostante la particolarità e le difficoltà ovvie riscontrabili in questo periodo, e nonostante i tanti dubbi sull’inizio effettivo della stagione. Chiaramente aver usato già 5 licenze potrebbe essere un limite per il futuro, specie quando Heed lascerà Lugano, lasciando la retroguardia bianconera senza uno straniero, ma è altresì vero che con la stagione NHL ancora in corso, e che riprenderà più tardi del solito, questo era un rischio da correre, anche per poter disporre fin dall'inizio della stagione di 4 stranieri schierabili

Insomma, in casa Lugano ora non resta che lavorare intensamente sul ghiaccio in vista della partenza della regular season, anche se  - sicuramente – l’attenzione sul mercato non verrà mai meno…

Guarda anche 

I derby di basket Anni 70? Sembrano racconti fiabeschi

LUGANO - Per i nostalgici del basket che fu, ricordare i favolosi Anni Settanta e Ottanta del secolo scorso è pura sofferenza perché l’ambie...
17.05.2021
Sport

Una Svizzera ambiziosa. Obiettivo? Salire sul podio

RIGA (Lettonia) - “Sono ottimista per natura: ho grande fiducia nei nostri giocatori. Di sicuro faremo il possibile per inserirci fra i migliori al mondo&rdq...
17.05.2021
Sport

“Le analisi del presidente? Impulsive ma molto lucide”

LUGANO - Paolo Ortelli, tifoso FC Lugano e di lunga data (nonché presidente del club di sostegno) analizza il difficile momento della squadra bianconera ...
17.05.2021
Sport

Il Lugano torna a vincere e il Sion vede la Challenge

LUGANO - Quattro sconfitte consecutive (oltretutto senza reti) potevano bastare. Il Lugano, ridisegnato ieri sera da Mister Jacobacci, sconfigge ...
16.05.2021
Sport