Svizzera, 31 agosto 2020

San Gallo, bambino finisce in un pozzo a causa del maltempo e riporta gravi ferite

polizia San Gallo
Un bambino di quattro anni è caduto domenica in un pozzo per l’evacuazione dell’acqua piovana a Wil, nel canton San Gallo. L'acqua piovana lo ha trascinato in un tubo sotterraneo, ma i vigili del fuoco sono stati in grado di recuperarlo. Il bambino è stato ricoverato in ospedale in condizioni critiche.

L'incidente è avvenuto verso le 16.45 in una piazza della località, spesso allagata durante le forti piogge, ha comunicato domenica la polizia di
San Gallo. Per questo motivo era stata costruita una fogna di evacuazione ai margini della piazza. Con le forti piogge di domenica, il tombino non era più visibile e il coperchio era stato spostato dall'acqua.

Il bambino è stato travolto dalle onde. I vigili del fuoco sono riusciti a tirarlo fuori dal tubo di 70 centimetri di diametro quattro metri più lontano, attraverso un'altra uscita dopo aver ridotto il flusso d'acqua con degli assi di legno.

Guarda anche 

Condannata per aver comprato un puntatore laser per giocare con il gatto

I puntatori laser sono un gadget popolare per far divertire facilmente il proprio gatto. Ma in Svizzera l'acquisto di tali oggetti può esporvi a sanzioni. Lo h...
14.05.2024
Svizzera

Per la prima volta le casse malati contestano l'apertura di un ospedale

Ora basta, sostengono le organizzazioni mantello Santésuisse e Curafutura. Appena poche settimane dopo l'annuncio dell'imminente apertura di un nuovo centr...
25.04.2024
Svizzera

Responsabili di un centro per omosessuali accusati di aver abusato di minori in difficoltà

Scandalo nella comunità omosessuale della Svizzera orientale. Due gestori di un centro d'incontro per giovani queer sono andati a letto con adolescenti venuti ...
17.04.2024
Svizzera

La foto shock: si fa un selfie con l’incidente mortale alle spalle

PIACENZA (Italia) – Nella tarda mattinata dell’11 aprile i soccorritori sono giunti nel centro di Piacenza per intervenire sul luogo di un incidente, dopo che...
16.04.2024
Magazine

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto