Mondo, 25 luglio 2020

Prima preghiera islamica a Santa Sofia dopo 86 anni

Diverse migliaia di musulmani hanno partecipato venerdì a Istanbul, alla presenza del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, alla prima preghiera dentro e fuori all'ex Basilica di Santa Sofia, riconvertita in moschea lo scorso 10 luglio.

Santa Sofia "sta tornando a essere una moschea. Se Dio vuole, continuerà a servire tutti i credenti come moschea per l'eternità", ha detto il presidente turco dopo la preghiera. Questa è la prima preghiera collettiva che si tiene in 86 anni a Santa Sofia, un'importante opera architettonica costruita nel VI secolo che è stata successivamente una basilica bizantina, una moschea ottomana e un museo.

Importante opera architettonica costruita nel VI secolo dai bizantini che vi incoronarono i loro imperatori, Santa Sofia era stata trasformata in moschea dagli ottomani dopo la conquista di Costantinopoli nel 1453, fino alla sua trasformazione in museo nel 1934 da parte del fondatore della repubblica laica, Mustafa Kemal. Il 10 luglio, Erdogan ha deciso di restituire l'edificio al culto musulmano dopo una decisione del tribunale che ne ha revocato lo status di museo.

Diverse migliaia di fedeli si erano riuniti la mattina del venerdì intorno a Santa Sofia per partecipare alla preghiera. "Questo è un momento storico. Che Allah benedica Recep Tayyip Erdogan. Fa cose così belle. Sono molto commossa", ha detto Aynur Saatçi, una casalinga di 49 anni che ha interrotto la sua vacanza nella Turchia orientale per venire a pregare a Hagia Sophia all'agenzia AP.

La decisione del presidente Erdogan ha suscitato la condanna internazionale, in particolare da parte della vicina Grecia, che l'ha definita "una provocazione al mondo civile". Papa Francesco da parte sua ha detto di essere "molto angosciato" da questa conversione.


Guarda anche 

In migliaia a Parigi per ricordare il docente ucciso da un rifugiato musulmano

Migliaia di persone si sono riunite a Parigi domenica pomeriggio per una manifestazione di solidarietà per il brutale assassinio di un insegnante per mano di un ri...
19.10.2020
Mondo

L'Azerbaigian colpisce nuovi obiettivi in Armenia, si teme un escalation del conflitto

L'Azerbaigian ha annunciato mercoledì di aver colpito siti di lancio di missili in territorio armeno, una prima che fa temere un'escalation del conflitto n...
14.10.2020
Mondo

Una svizzera uccisa da un gruppo islamico in Mali

Una cittadina svizzera rapita quattro anni fa in Mali è stata uccisa dai suoi rapitori, un gruppo islamico vicino a Al Qaida. Il Dipartimento federale degli affari...
10.10.2020
Svizzera

L'accoltellamento di Morges era un attentato terroristico, "vendetta contro lo Stato svizzero"

L'autore presunto dell'accoltellamento di Morges (vedi articoli correlati) era sotto osservazione dalla polizia federale per possibili legami con il terrorismo is...
17.09.2020
Svizzera