Mondo, 18 luglio 2020

Arrestato dopo cinque giorni il "rambo" tedesco che aveva disarmato quattro poliziotti

Cinque giorni di caccia all'uomo, centinaia di poliziotti mobilitati e una conclusione senza vittime: un uomo di 31 anni, armato e considerato molto pericoloso, è stato finalmente arrestato dalla polizia nella foresta vicino a Oppenau (Baden-Württemberg), a circa 40 chilometri da Strasburgo.

Il sospetto è quindi riuscito a rendersi irreperibile per cinque giorni. Domenica 12 luglio la polizia, allertata da telefonate, aveva tentato di arrestare un uomo che camminava in città con una balestra. L'uomo, identificato come Yves R., 31 anni, era fuggito nel bosco. Alla fine della giornata, una pattuglia lo ha trovato vicino a una capanna dove viveva dopo essere stato sfrattato dal suo precedente appartamento; il sospetto aveva estratto una pistola ed era riuscito a disarmare i quattro poliziotti prima di fuggire nella foresta.

La polizia ha poi lanciato una massiccia caccia all'uomo per cercare di trovare il fuggitivo, descritto come particolarmente esperto della vita nella foresta. Sono stati messi in atto mezzi colossali: il 14 luglio sono stati mobilitati fino a 440 agenti di polizia per perquisire questa zona della Foresta Nera che Yves R. conosce bene; senza successo, nonostante la presenza di elicotteri dotati di telecamere termiche. Nella zona si trovano numerose grotte e bunker in disuso.

Le autorità hanno anche rilasciato diverse fotografie dell'uomo - testa rasata, pizzetto e occhiali - tra cui una in cui appare vestito con un traliccio e con gli occhiali per la visione notturna. Gli asili, le scuole e le piscine di Oppenau sono stati chiusi lunedì come misura precauzionale e ai residenti è stato detto di evitare la foresta, soprattutto di notte, e di non "fare l'eroe" se incontravano il sospetto. Contro di lui era stato emesso un mandato d'arresto europeo.

Nel tardo pomeriggio del 17 luglio, la polizia ha finalmente trovato il fuggitivo. "L'uomo di 31 anni è stato arrestato e sono state sequestrate quattro armi da fuoco", ha detto la polizia di Offenburg (Baden-Württemberg). Secondo quanto riportato dalla stampa locale, è stato trovato a meno di tre chilometri dal centro di Oppenau.

Appassionato di armi, l'uomo era già stato condannato a tre anni e mezzo di carcere nel 2010, con il divieto di portare un'arma da fuoco, dopo aver ferito un'ex fidanzata con una balestra. La polizia aveva anche scoperto della pornografia infantile sul suo cellulare durante un'indagine del 2019 per possesso di esplosivi. Mentre gli investigatori non credono, in questa fase, che la sua fuga sia "politicamente motivata", l'uomo era stato oggetto di diverse denunce come adolescente di vandalismo antisemita e di provocazioni neonaziste. Yves R. sarà esaminato da uno psichiatra a causa della "gravità del crimine" e del suo passato, ha detto il procuratore di Oppenau Herwig Schaefer.

Alla fine di giugno, Yves R. aveva anche consegnato a una coppia di ristoratori locali con cui aveva buoni rapporti un testo, inizialmente presentato come "manifesto", che aveva presumibilmente scritto. Il documento di due pagine esaltava la vita in natura, in contrasto con la vita "meccanizzata" e la tecnologia delle città. La stampa dei tabloid tedeschi aveva tracciato un parallelo con Unabomber, il terrorista americano che negli anni Ottanta aveva inviato pacchi bomba dalla sua capanna nel bosco per combattere la "società tecnologica". Ma il documento, il cui contenuto non era veramente politico, si è rivelato essere un testo di un sito per escursionisti.

Perché Yves R. ha portato la sua balestra ad Oppenau? Perché poi è fuggito? Sua madre, che lo aveva visto l'8 luglio, ha detto che il suo comportamento era "normale" quando si sono incontrati. L'uomo viveva ai margini della società da quando è stato sfrattato dal suo appartamento in autunno: coltivava i suoi ortaggi vicino alla capanna dove si era rifugiato e creava sculture in legno che sperava di vendere.

Guarda anche 

Condannati in 10 per lo stupro di gruppo di una ragazza in Germania

La giustizia tedesca ha condannato giovedì otto uomini, la maggior parte dei quali rifugiati, a diversi anni di prigione per lo stupro di gruppo di una giovane don...
24.07.2020
Mondo

A Francoforte una festa degenera in disordini e scontri con la polizia, "sui poliziotti una grandine di bottiglie"

Dopo i disordini che hanno interessato Stoccarda, questo finesettimana un'altra città tedesca, Fracoforte, è stata teatro di tafferugli e violenze quand...
20.07.2020
Mondo

Coronavirus. Obiettivo riaprire gli stadi: in Germania pensano ai test seriologici gratis per i tifosi

BERLINO (Germania) – Se in Svizzera almeno una parte dei tifosi, per ora, è potuto tornare all’interno degli stadi, nei maggiori campionati europei que...
13.07.2020
Sport

Germania: migrante aggredisce una donna sul treno, "aiutatemi mi sta picchiando!"

Aggredita su un treno da un migrante, e nessuno dei presenti interviene nonostante i suoi appelli. Sta facendo discutere in Germania l'episodio avvenuto lunedì...
03.07.2020
Mondo