Svizzera, 15 luglio 2020

A ONG attive in Africa la Svizzera versa "salari principeschi", secondo un documento del DFAE

Stipendi "principeschi" pagati a dirigenti di ONG dalla Confederazione. La Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) avrebbe versato "salari principeschi" ai partner locali dello Zimbabwe nell'ambito di progetti di aiuto umanitario. È un organo di revisione interna del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) che ha fatto emergere la vicenda, parlando di "disfunzioni".

Il caso riguarda i dirigenti di due cooperative attive in Zimbabwe che avrebbero ricevuto compensi giornalieri fino a 1'050 dollari (più o meno l'equivalente in franchi svizzeri). Il loro stipendio mensile era compreso tra i 4'000 e i 10'000 dollari, ben al di sopra del livello di altri dirigenti attivi in progetti simili nella regione.

Questo è il risultato di una verifica in loco da parte dell'ufficio di revisione del DFAE, che la "NZZ" ha segnalato lunedì. Gli stipendi di questi due manager locali non sono in linea con le regole, afferma il documento.

Questo organismo ha anche espresso "dubbi sulla conduzione degli affari nella gestione delle due cooperative". La contabilità e le finanze non sono trasparenti. Il DFAE ha esaminato in particolare la società privata GRM International, che è sotto contratto con la DSC per un progetto agricolo denominato SAMP ("Progetto sementi e mercati"). Questo progetto si è concluso nel 2019 e la collaborazione con le due cooperative si è conclusa.

Il DFAE sottolinea che "la DSC si impegna a negoziare sempre le tariffe più vantaggiose in base alle condizioni locali e ad applicare il principio del rapporto costi-benefici". Se necessario, nuovi progetti in questo paese saranno oggetto di una gara d'appalto pubblica.

Guarda anche 

Clamoroso: in FIFA 22 non ci sarà la Svizzera!

BERNA – C’è sgomento anche in seno alla Federazione svizzera di calcio: la Nazionale rossocrociata, infatti, sarà una delle squadre che non sara...
14.09.2021
Sport

Ci sarebbero anche degli aerei svizzeri nell'arsenale finito tra le mani dei talebani

Tra il considerevole arsenale finito tra le mani dei talebani dopo la loro riconquista lampo dell'Afghanistan (vedi articoli correlati) ci sarebbero anche aerei svizz...
12.09.2021
Svizzera

Seferovic spreca, la Svizzera si riscopre “piccola”. Vantaggio sull’Italia già bruciato

BELFAST (Irlanda del Nord) – Partiamo da un presupposto: andare a vincere a Belfast, nel temibile catino del Windsor Park, non è mai facile per nessuno. Figu...
09.09.2021
Sport

Chi si rivede: la Nazionale torna a Lugano

LUGANO – A distanza di 3 anni la Svizzera tornerà a Lugano. Questa volta non con Vladimir Petkovic in panchina, ma con Murat Yakin, e lo farà in vista...
07.09.2021
Sport