Sport, 13 luglio 2020

Lugano da pazzi: 15’ di follia che costano punti e serenità

Il 3-3 rimediato a Lucerna ha tutt’altro sapore rispetto a quello ottenuto pochi giorni fa Cornaredo: con la vittoria del Thun e col Sion che ha disputato una partita in meno i bianconeri devono restare sull’attenti

LUCERNA – È proprio vero. Il calcio è strano, il calcio è vario, il calcio è bello perché in pochi istanti può cambiare tutto, è divertente perché il medesimo risultato ottenuto a distanza di tre giorni può assumere un gusto e un valore diverso. Per credere, potremmo domandare al Lugano capace di ottenere due 3-3 consecutivi – in casa contro il San Gallo e a Lucerna – che però assumono una consistenza completamente diversa.

Se contro la capolista del campionato i bianconeri sono stati bravi a non mollare mai, neanche quando si sono trovati in svantaggio, ieri contro l’ex Celestini si sono completamente buttati via. Non esistono altre parole per descrivere il folle 3-3 della Swissporarena: dopo il perentorio 3-0 firmato da uno scatenato Lavanchy, dal puntuale Lovric e dal redivivo Holender, i ragazzi di Jacobacci si sono completamente sciolti, subendo l’incredibile rimonta ad opera di Schurpf (doppietta) e di Margiotta (rigore).

Roba da matti! Anche perché i 2 punti persi – perché di punti persi dobbiamo parlare – pesano per quanto concerne la classifica. Sì perché il Thun ha superato lo Xamax nello scontro diretto, sorpassando il Sion rimasto fermo a causa della quarantena subita dallo Zurigo a causa del COVID-19, e di conseguenza Sabbatini e compagni ora hanno 8 punti di vantaggio sugli stessi vallesani a 6 partite (7 per i ragazzi di Tramezzani) alla fine della stagione.

Insomma… dalle parti di Cornaredo non c’è tempo per sonnecchiare o gioire sugli allori: la lotta per la salvezza resta ancora aperta… sempre se questa stagione riuscirà a vedere la sua naturale conclusione. Sì perché il rischio di una nuova interruzione a causa del coronavirus resta sempre e comunque dietro l’angolo…

Guarda anche 

Fa tutto il GC, ma la beffa è bianconera

LUGANO – C’era molta attesa, inutile negarlo, per la prima partita del Lugano targato Mattia Croci-Torti. Il Crus, dopo 2 match vissuti da allenatore ad inter...
24.09.2021
Sport

Rissa in campo: parla la FTC

GIUBIASCO – Oltre all’intervista a noi rilasciata dal responsabile della Sezione Disciplinare della FTC, la Federazione ticinese di calcio è voluta int...
23.09.2021
Sport

HCL, piove sul bagnato: out anche Josephs

LUGANO – Dopo Carr ora anche Troy Josephs: l’attaccante americano sarà assente dalle competizioni per le prossime 4-6 settimane, dopo la frattura al ma...
23.09.2021
Sport

Macché pena soft. "Si prospettano sanzioni pesanti". Semine-Locarno, la parola all’avvocato

GIUBIASCO – Ci vorrà del tempo, bisognerà attendere ancora qualche giorno per capire quali saranno le sanzioni per quanto avvenuto sul campo Semine di...
23.09.2021
Sport