Svizzera, 27 giugno 2020

In futuro l'esercito svizzero aperto anche agli stranieri?

Un esercito svizzero "per tutti", che sia aperto alle donne e, chissà, anche ai cittadini stranieri. "Sono convinta che abbiamo bisogno di persone in gamba nell'esercito, adeguate a difendere la popolazione e ad aiutare la difesa nazionale. Per questo ritengo valida l'opzione di aprire in futuro l'esercito agli stranieri, perché tutto dipende dalle capacità e dalle personalità". Ad affermarlo è stata la consigliera federale Viola Amherd a margine della conferenza stampa tenuta a Berna per lanciare la campagna in vista della votazione del 27 settembre sull'acquisto dei nuovi caccia da combattimento.

Sulla stessa scia il capo dell'esercito Thomas Süssli che si è detto
a favore di "Un esercito svizzero per tutti. Aperto anche agli stranieri. C'è un posto nell'esercito per tutti coloro che vogliono contribuire alla sicurezza della Svizzera, qualunque sia la loro religione, lingua o genere", spiega.

Il capo dell'esercito non esclude che in futuro potrebbero anche esserci imam di eserciti per i musulmani. Attualmente la costituzione esclude gli stranieri e la cittadinanza svizzera è un prerequisito per il servizio militare. Il sig. Süssli potrebbe ritenere che questo problema venga riesaminato a lungo termine.

Di recente, ha avvertito che entro il 2030 l'esercito potrebbe perdere circa 30.000 soldati, un quarto dei suoi effettivi.


Guarda anche 

Per il Consiglio nazionale Viola Amherd è troppo vicina alla NATO

La Commissione per la politica di sicurezza del Consiglio nazionale vuole porre fine all'avvicinamento della consigliera federale Viola Amherd alla NATO. La prevista ...
22.02.2024
Svizzera

Fuga di collaboratori dal Dipartimento di Viola Amherd, accusata di nepotismo

La situazione si fa sempre più difficile nel Dipartimento della Difesa condotto dalla Consigliere federale Viola Amherd. Già criticata in passato per la ges...
18.12.2023
Svizzera

Le reclute svizzere sono sempre meno in forma

Negli ultimi anni le prestazioni fisiche delle reclute dell'esercito svizzero sono sensibilmente peggiorate, senza che se ne sappia la causa. Confrontando i risult...
06.12.2023
Svizzera

“Frequentava prostitute”, la partenza del Segretario alla sicurezza continua a far discutere

La partenza di Jean-Daniel Ruch, attuale ambasciatore svizzero ad Ankara, dal posto di segretario di Stato per la politica di sicurezza continua a far discutere la stampa...
30.10.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto