Svizzera, 25 giugno 2020

Truffe dei crediti covid, emergono altri casi sospetti

In Svizzera proseguono i controlli a posteriori dei beneficiari dei crediti d'emergenza accordati alle imprese a causa della pandemia. Dopo la scoperta di un caso nel Canton Vaud (vedi articoli correlati), un'inchiesta del canton Zurigo ha portato all'arresto di diversi sospetti.

Come riporta il portale “20 minuten”, la polizia di Zurigo ha annunciato di aver arrestato cinque persone sospettate di frode in tre cantoni di lingua tedesca per ottenere prestiti bancari legati alla crisi. Essi avrebbero ricevuto diverse centinaia di migliaia di franchi da varie banche fornendo informazioni
false.

Le persone interessate sono quattro uomini e una donna di nazionalità kosovara e svizzera e di età compresa tra i 21 e i 52 anni. I cinque sono stati arrestati nei cantoni di Zurigo, Argovia e Zugo, ha fatto sapere la polizia cantonale di Zurigo giovedì, nell'ambito dell'indagine.

Due sospetti sono nel frattempo stati rilasciati. Gli altri tre sono ancora detenuti in detenzione preventiva. Le perquisizioni nei loro domicili hanno portato al sequestro di documenti, dischi rigidi e altro materiale potenzialmente connesso alla presunta frode.

Guarda anche 

Finta innamorata arrestata in stazione a Zurigo

Una 33enne rumena è finita in manette, poiché sospettata di aver ingannato un 78enne ed essersi fatta consegnare da lui oltre 160mila franchi. Come si le...
19.06.2021
Svizzera

Mario Fehr lascia il PS, i Giovani socialisti esultano: "Non era degno"

Il consigliere di Stato zurighese Mario Fehr, il più votato in assoluto alle elezioni cantonali del 2019, ha annunciato oggi la sua decisione di lasciare il Partit...
18.06.2021
Svizzera

Due donne aggredite sessualmente a Zurigo

Due aggressioni a sfondo sessuale sono avvenute nella notte tra venerdì e sabato scorso a Zurigo, nel Kreis 11, vicino alla fermata di Leutschenbach. La polizia ri...
17.06.2021
Svizzera

Lugano: due italiani condannati ed espulsi per “la più grande truffa ai crediti Covid”

Un imprenditore e un dentista, entrambi cittadini italiani, sono stati condannati ieri dalla Corte delle assise criminali di Lugano per quella che è stata definita...
17.06.2021
Ticino