Svizzera, 07 maggio 2020

Fa discutere l'obbligo per i ristoratori di registrare i dati dei clienti, "si può fare solo su base volontaria"

L'obbligo imposto ai ristoratori di registrare l'identità e i dati dei loro clienti ha provocato un certo malumore nel settore e diversi utenti dei social network hanno criticato la misura, sollevando dubbi sulla privacy e la riservatezza dei dati personali.

Su richiesta del Consiglio federale e dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), GastroSuisse e Hôtelleriesuisse hanno inserito questo requisito nel piano di protezione della salute che le due associazioni hanno trasmesso martedì ai loro membri (vedi articoli correlati). Il presidente di GastroSuisse, Casimir Platzer, ha precisato mercoledì a "Le Temps" che questa aggiunta "era una richiesta del consigliere federale Alain Berset".

Tuttavia, questo requisito ha sorpreso l'Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT), che ha reagito martedì sera con presa di posizione piuttosto critica sulla misura. “Poiché non è responsabilità dei ristoranti privati ​​rintracciare persone potenzialmente infette, non è possibile registrare il nome e il numero di telefono di un cliente come mezzo di controllo delle infezioni. Di conseguenza ciò può essere fatto solo su base volontaria."

Il piano di protezione della ristorazione prevede che i ristoratori registrino i dati di contatto di tutti i clienti - quelli della persona che ha effettuato la prenotazione per più ospiti non è sufficiente - vale a dire ovvero nomi, cognomi, numeri di telefono,
numero del tavolo, data e ora della visita. Si specifica che questi dati verranno conservati per quattordici giorni prima di essere distrutti. Devono essere in grado di essere messi a disposizione del medico cantonale se questi ritiene necessario rintracciare una possibile trasmissione del virus.

Il concetto sanitario include un foglio per l'inserimento dei dati di contatto del cliente, che i proprietari del ristorante sono invitati a tenere aggiornato. Molte persone sui social media condannano quella che definiscono una "schedatura" e menzionano il timore che questi dati vengano trasmessi a terzi e che la sfera privata non venga rispettata. Il consigliere nazionale Balthasar Glättli (Verdi / ZH), interpellato dal Blick, ha dichiarato di aspettarsi che l'IFPDT T esamini più da vicino la legalità di questa disposizione.

Ma anche nel settore stesso c'è un certo malcontento. Secondo Platzer, "la registrazione dei dati dei clienti è problematica dal punto di vista della protezione dei dati. Non ne siamo contenti. L'applicazione di questa misura rappresenta una grande sfida per le diverse categorie di stabilimenti. Dobbiamo anche chiarire se essa concerne anche il consumo di un semplice caffè allo stesso modo di un pasto al ristorante. Lascia ancora molte domande aperte. Questo è un problema che consideriamo prioritario", spiega.

L'UFSP, interpellata per un commento sulla questione, da parte sua ha annunciato che non avrebbe preso posizione fino a giovedì.

Guarda anche 

La Confederazione monitorerebbe massicciamente la popolazione in rete

Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) monitorerebbe le attività digitali degli svizzeri, in particolare sui loro telefoni cellul...
13.01.2024
Svizzera

Alla Migros i cartelloni pubblicitari filmeranno i clienti per offrire contenuti personalizzati

Cartelloni pubblicitari digitali che filmano i passanti e, grazie al riconoscimento facciale, proieteranno offerte pubblicitarie diverse in base alla persona. Quello che ...
31.10.2023
Svizzera

Ingresso allo stadio? Solo col riconoscimento facciale!

ROMA (Italia) – Ululati, cori contro i giocatori di colore o di altre nazionalità, scontri sugli spalti (se non in campo). Sono tanti i problemi che attanagl...
07.09.2023
Sport

Camerieri con salari da manager a Zurigo, fino a 16'000 franchi al mese

Attualmente, gli attori della ristorazione si trovano confrontati a una carenza di personale e alcuni hanno scelto di ridurre il menu o gli orari di apertura per essere i...
28.08.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto